25 luglio 2017 - Ferrara, Cronaca

Area ex Camilli, iniziata la seconda fase del progetto di bonifica

In via Darsena

Sono iniziati il 21 luglio 2017 i lavori per l'attuazione degli interventi previsti nel progetto di bonifica Fase 2 dell'area Ex-Camilli in via Darsena.
La prima fase, terminata a fine 2015, ha consentito di risanare il terreno, asportando, dopo i lavori di scavo, circa 600 metri cubi di terra sostituita con terreno vergine e ricoprimento dell'intera area con uno strato di argilla di 20 cm ed un ulteriore strato di 10 cm di terreno vegetale con la semina dell'erba. Le analisi condotte da ARPAE hanno evidenziato alcuni superamenti di benzene e idrocarburi, e si è resa pertanto necessaria una seconda fase di bonifica, iniziata nella data sopracitata.

Le attività previste per la Fase 2, riguardano la fornitura e l'installazione di un impianto di biorisanamento delle acque sotterranee che attraverso pozzi inietterà ossigeno gassoso nelle acque di falda, al fine di stimolare e velocizzare i processi di biodegradazione aerobica naturalmente presenti in sito.
Il progetto esecutivo prevede la realizzazione di un test pilota con la realizzazione di un piezometro che fungerà da punto di iniezione, e tre punti di monitoraggio, ubicati rispettivamente alla distanza di 1,0 m, 3,0 m, e 1,5 m dal punto di iniezione.
Nel piezometro che fungerà da punto di iniezione verrà iniettato dell' ossigeno gassoso, mentre negli altri tre punti di campionamento verranno eseguite dei campionamenti e analisi delle acque di falda per verificare l'efficacia del sistema. La prova dovrà avere una durata indicativa di circa n.2 mesi.
Sulla base dei risultati ottenuti dal test pilota si realizzerà l'impianto sull'intero sito, che prevede una sezione d'iniezione costituita da n.37 punti (piezometri) spinti fino a 8 m da p.c. Si prevede che gli interventi di bonifica full-scale avranno una durata compresa tra 18 e 30 mesi. Durante le attività di bonifica lo stato di avanzamento delle stesse sarà monitorato a cadenza quadrimestrale mediante appositi monitoraggi della falda.
Il costo complessivo dell'intervento ammonta a 107.000 €.
Le attività sono state affidate alla soc. DE.MA. S.r.l., che aveva vinto anche la procedura pubblica di affidamento della prima fase del progetto. 

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.