8 maggio 2017 - Ferrara, Cronaca

Con il festival "Interno verde 2017" Ferrara apre per la seconda volta i suoi giardini

Il 13 e il 14 maggio

Si è svolta in mattinata (lunedì 8 maggio) nella residenza municipale la presentazione della seconda edizione di ‘Interno verde', la manifestazione a cura dell'associazione Ilturco in programma sabato 13 e domenica 14 maggio prossimi che consentirà a tutti la visita dei più belli e suggestivi giardini privati di Ferrara.

All'incontro con i giornalisti erano presenti il vicesindaco del Comune di Ferrara Massimo Maisto, la coordinatrice della manifestazione Martina Stevoli, il presidente dell'associazione Ilturco Riccardo Gemmo e Ambrogio Keoma funzionario per Ferrara della Sovrintendenza Archeologica, Belle Arti, Paesaggio.

"Per avere saputo armonizzare qualità e grandi numeri, mettendo a punto un progetto importante e interessante che ha fatto registrare più di tremila presenze, il festival 'interno verde' è stato selezionato e premiato lo scorso anno insieme ai dieci migliori progetti della Regione Emilia Romagna, ottenendo anche un contributo di 10mila euro. - ha affermato in conferenza stampa l'assessore alla Cultura e Turismo Massimo Maisto - E la seconda edizione ha in sé tutte le premesse per riconfermare quei risultati. Vi contribuiranno certo le tante sorprese annunciate e la scelta di maggio, mese nel quale i nostri giardini si presentano al meglio della fioritura. Ma non sarà certo trascurabile - ha aggiunto l'assessore - l'avere anche accolto l'invito dell'Amministrazione ad allargare verso l'esterno la comunicazione dell'evento, il tutto a favore dell'ulteriore crescita del sistema turistico e culturale della nostra città". 

IL FESTIVAL
Eleganti corti rinascimentali, orti medievali nascosti da alti muri di cinta, piccole oasi fiorite di tranquillità e pace domestica, geometrie zen e labirinti di siepi, magnifici alberi secolari e arboreti insospettabili, celati alla vista dei passanti dalle facciate degli antichi palazzi: Ferrara custodisce gelosamente, all'interno del proprio centro storico, uno spettacolare patrimonio di giardini privati. Un patrimonio che eccezionalmente, grazie alla manifestazione Interno Verde, si metterà a disposizione della collettività: ferraresi e turisti sabato 13 e domenica 14 maggio potranno esplorare cinquanta giardini privati, gentilmente aperti dai loro proprietari. Isole segrete ricche di suggestioni e ricordi, attraverso i quali è possibile leggere la storia, i cambiamenti e i vissuti della città.

L'associazione Ilturco, che ha ideato e curato l'iniziativa, ha raccolto la disponibilità di famiglie, istituzioni, circoli e attività commerciali, che per un weekend apriranno porte e portoni, permettendo a chi vorrà partecipare all'evento di esplorare il capoluogo estense in modo originale e inedito. Un'occasione unica per scoprire dietro il rosso dei tipici mattoni ferraresi un'anima verde tanto ricca quanto capillarmente diffusa.

L'obiettivo degli organizzatori è sensibilizzare i visitatori al rispetto e alla valorizzazione del verde, fornire alla comunità una chiave per interpretare più profondamente il senso dello spazio che si attraversa, sollecitare anche nei confronti degli ospiti provenienti da altre città una più completa comprensione del passato e maggiore consapevolezza della ricchezza presente, che necessità di essere tutelata e promossa.

Per questo ogni giardino sarà accompagnato da informazioni di carattere botanico, storico e architettonico, consultabili online grazie alle schede caricate sulla mappa navigabile OpenStreetMap: http://u.osmfr.org/m/140859/. Le stesse schede, corredate di fotografie, sono raccolte nel volume a colori pubblicato da 2G Editore, in omaggio ai partecipanti che prenotano l'iscrizione.

Tante altre iniziative collaterali saranno organizzate durante il weekend, in collaborazione con le associazioni e gli operatori culturali del territorio: letture, mostre di illustrazione, performance artistiche, momenti musicali, proiezioni a tema, laboratori per bambini.

Per conoscere il programma completo dell'iniziativa e restare aggiornati sugli eventi collaterali si può fare riferimento al sito www.ilturco.it/interno-verde oppure seguire la pagina Facebook del festival: www.facebook.com/ilturco.internoverde/

IL PROGRAMMA

Per la seconda edizione Interno Verde ha strutturato un programma di eventi ed iniziative a tema particolarmente ricco e variegato. Sicuramente la novità più interessante riguarda Interno Verde Acqua, la gita fluviale organizzata in collaborazione con l'associazione Fiumana per visitare - a bordo del battello Lupo - tre giardini affacciati sul Po di Primaro.

Da non perdere la suggestiva mostra di illustrazione "Questo non è un ikebana", che verrà allestita e presentata nel giardino de Ilturco, assieme all'autrice Misstendo Giallo, alias Francesca Popolizio. Presso la sede dell'associazione Rrose Sélavy si inaugurerà la mostra di Chiara Sgarbi, "Vieni nel mio giardino", che comprenderà sculture di rara delicatezza, lievemente perturbanti, composte da elementi naturali e collage. Gli appassionati d'arte contemporanea apprezzeranno anche "ControNatura", la provocatoria performance del pittore Giacomo Cossio, che chiuderà la manifestazione nello spazio teatrale di Ferrara Off: le piante donate dal pubblico del teatro verranno trasformate, attraverso una potente verniciatura, in una selva monocroma, lucida e sintetica.

I cultori musicali potranno godere - all'interno di un giardino particolarmente affascinante e romantico, situato in vicolo del Parchetto - del concerto sperimentale di Glauco Salvo, "5 Heiku", per banjo, e-bowed zither e dispositivi analogici. I cinefili invece saranno felici di assistere alla speciale proiezione in pellicola de "I giardini di Compton House", pietra miliare della cinematografia di Peter Greeenaway, che si terrà al Cinema Boldini, e alla selezione di cortometraggi proposta dal festival ZeroTrenta di Argenta al Chiostro di San Paolo.

Al Centro Documentazione Donna si terrà una selezione di letture ad alta voce sul tema del giardino, tratte dai testi di Vita Sackville West e numerose altre autrici. Assieme al Garden Club si potrà partecipare alla passeggiata "I fiori delle mura", condotta da Filippo Piccoli dell'Orto Botanico di Unife. Per conoscere l'attività di Lipu Ferrara ed esplorare il meraviglioso parco gestito dall'associazione si terranno una serie di visita guidate alla scoperta dell'Oasi delle Capinere. Le erbe aromatiche tradizionali della cucina ebraica saranno protagoniste dell'incontro curato per illustrare l'inedito Giardino delle Domande allestito nel cortile retrostante il Meis.

Una piacevole pausa tra un giardino e l'altro si potrà trovare nell'elegante scoperto di Lemoko, dove si terranno le degustazioni dei vini della Tognazza Amata, oppure nel curioso aperitivo di strada organizzato dai residenti di Via Zemola, che per l'occasione addobberanno la piccola via di piante e fiori.

I più piccoli si potranno divertire scegliendo uno dei tanti laboratori per bambini organizzati ad hoc: "A Terraviva tra alberi, fiori e orti", nella splendida campagna interna alle mura, "Hortus Siccus - Erbari Estensi" presso la Palazzina Marfisa, "Tintura naturale" e "Fare i colori con le piante" presso l'Orto Botanico, "Haiku e giardini portatili" che si terrà in un grazioso giardino privato in vicolo del Parchetto che potrà essere visitato solo dalle famiglie che decideranno di iscriversi.

Per cominciare e per finire bene, venerdì sera al Chiostro di San Paolo si terrà il djset di Laika, domenica sera nello stesso luogo la festa finale che concluderà l'edizione.

SERVIZI AD HOC PER FERRARESI E TURISTI

Interno Verde sempre più ospitale: il festival si prepara ad accogliere al meglio i suoi visitatori, locali e turisti. Dal noleggio bici al pernottamento scontato, dal pranzo convenzionato alle visite guidate a tema: l'associazione Ilturco - che ha ideato e organizza l'evento - ha predisposto una rete di servizi e partenariati ad hoc per rendere quel weekend ancora più speciale.

Al Chiostro di San Paolo - cuore dell'iniziativa, dove sarà possibile iscriversi ma anche sostare per un caffè o un drink, grazie al punto ristoro gestito dall'enobar Maracaibo - saranno a disposizione le biciclette a noleggio di Ricicletta, assemblate con materiali di recupero dal progetto di inserimento lavorativo - curato dalla cooperativa Il Germoglio - che include persone in stato di svantaggio sociale. Il noleggio verrà gestito da Fiab, per prenotazioni scrivere a internoverdeprenotazioni@ilturco.it.

Chi non conosce il capoluogo estense potrà approfittare di Interno Verde per organizzare una gita fuori porta - coniugando allo splendore dei monumenti, delle vie e delle piazze la possibilità inedita di esplorare gli spazi verdi più segreti e sorprendenti. Potrà pernottare a prezzo scontato scegliendo l'hotel, l'agriturismo o il b&b che preferisce tra gli aderenti al consorzio Visit Ferrara.

Sempre nell'ottica di fornire ai turisti la possibilità di vivere al meglio il weekend della manifestazione, il tour operator specializzato Il raggio verde mette a disposizione tre pacchetti organizzati, pensati per incontrare esigenze e pubblici diversi: Gruppi in giornata, Gruppi Gold in due giornate e Liberamente, per giovani e famiglie.

"Evergreen, quando il verde fa la storia" è il titolo scelto per le visite a tema curate dall'associazione Guide Turistiche Ferraresi: partecipare a questi itinerari sarà un'occasione imperdibile per capire lo sviluppo e l'evoluzione della città, dal nucleo medievale ai fasti del rinascimento, fino agli accadimenti più recenti, attraverso una prospettiva insolita e ricca di fascino. Filo conduttore del percorso saranno i giardini di alcuni palazzi di grande interesse storico e architettonico. Inoltre, per agevolare ulteriormente il turismo, con MyFE Card l'iscrizione al festival sarà scontata: 8 euro invece di 10.

Per assaggiare le prelibatezze della cucina stagionale, senza tralasciare l'approccio green che contraddistingue l'intera manifestazione, Interno Verde offre a tutti i suoi partecipanti la possibilità di pranzare a prezzo ridotto presso gli stand del Vegan Festival, allestiti nelle stesse giornate in piazza Trento e Trieste da Feshion Coupon.

Ulteriori punti ristoro convenzionati saranno a disposizione di chi - tra le 13 e le 15, quando i giardini saranno chiusi per la pausa - si troverà in altre parti del centro storico. Sconti e promozioni saranno offerti da Zazie, dai ristoranti Il Sorpasso e Raccano, da Terraviva nella rigogliosa campagna coltivata all'interno delle mura, dalla pizzeria Albachiara - che dopo il festival donerà metà dell'incasso ricavato nelle due giornate all'associazione Giulia Onlus, che sostiene la ricerca in campo oncologico pediatrico.

ACCESSIBILITÀ, SOSTENIBILITÀ E TRASPARENZA

Nell'ottica di rendere il festival sempre più accessibile, Ilturco si è impegnato a certificare i luoghi del festival e i giardini che saranno eccezionalmente aperti ai visitatori, grazie alla preziosa collaborazione dell'ufficio Benessere Ambientale del Comune di Ferrara.
Sulla mappa sarà indicato con un simbolo, vicino a ogni indirizzo, il grado di accessibilità per le persone con difficoltà motorie, ovvero verrà segnalato se lo spazio è completamente fruibile in autonomia oppure se è necessario l'aiuto di un accompagnatore.
Lo staff della manifestazione sarà comunque sempre a disposizione dei visitatori per facilitare l'ingresso e la visita. Per chi volesse conoscere nel dettaglio gli spazi che saranno aperti è stata predisposta una relazione dettagliata, con fotografie e descrizione dei singoli luoghi del festival e giardini, scaricabile in pdf dal sito.

«I luoghi dove si svolgerà Interno Verde sono più di 50, tra giardini e location degli eventi - spiega Martina Stevoli, coordinatrice della manifestazione assieme a Licia Vignotto -. Nell'ottica di proporre un'iniziativa il più possibile aperta e inclusiva, ci è sembrato doveroso impegnarci in questa direzione».

Per favorire la mobilità sostenibile e sicura Interno Verde offre ai propri visitatori la possibilità di pedalare da un giardino all'altro in sella a una Ricicletta. I turisti provenienti da fuori Ferrara sono invitati a raggiungere il capoluogo estense utilizzando l'app Happy Ways, strumento innovativo che incentiva la condivisione dell'automobile tra le persone che devono raggiungere uno stesso evento, riducendo le spese di viaggio e l'inquinamento.

L'associazione Ilturco presta particolare attenzione a tutti gli aspetti legati alla sostenibilità di Interno Verde. Grazie al prezioso supporto della società di consulenza Punto3 anche l'edizione 2017 di Interno Verde è entrata a far parte del circuito ZeroWaste come evento a basso impatto ambientale. Zero Waste - Adriatic Net for Events and Festival è il progetto europeo IPA Adriatico, realizzato da Ervet e regione Emilia Romagna, che si pone l'obiettivo di creare e promuovere una rete di eventi e festival più sostenibili nel bacino adriatico con in mente zero rifiuti e zero sprechi per garantire un impatto positivo sul turismo non stagionale, sull'ambiente e nel sociale.

Infine la trasparenza: Interno Verde ha già pubblicato online il bilancio consuntivo della prima edizione del festival, il bilancio dell'edizione 2017 sarà caricato conclusa la due giorni. «È un'azione molto importante, purtroppo poco diffusa - sottolinea Riccardo Gemmo, presidente de Ilturco -. Quello che ci preme comunicare, rendendo pubbliche entrate e uscite, è che questo festival è potuto diventare realtà soprattutto grazie alla condivisione e alla partecipazione, all'impegno dell'associazione assieme all'impegno di tante altre realtà locali, pubbliche e private, che hanno accettato la sfida di aprirsi e collaborare».

PROGETTI SPECIALI

Per la seconda edizione di Interno Verde Ilturco ha voluto sviluppare due progetti speciali, da affiancare all'apertura dei giardini e al programma degli eventi collaterali.

INTERNO VERDE NOTTE

Interno Verde Notte è il videomapping che ha trasformato il Palazzo Ducale in un coloratissimo giardino: un'occasione imperdibile per riscoprire, al buio, la bellezza dell'architettura e per lasciarsi trasportare dalla suggestione delle immagini proiettate sugli antichi mattoni in cotto.
L'inusuale spettacolo - a cui ferraresi e turisti hanno potuto assistere nelle serate di venerdì 28 e sabato 29 aprile - è stato realizzata assieme a Coop Alleanza 3.0 per presentare il festival alla città e invitare i cittadini all'inaugurazione del rinnovato punto vendita Coop in zona Doro.

«Intervenire su superfici così importanti, da un punto di vista non solo strutturale ma anche storico e artistico, è stata sicuramente una grande sfida» racconta Francesco Mancin, grafico e videomaker, responsabile della proiezione per Ilturco. «Ho cercato di coniugare agli effetti capaci di valorizzare il rilievo architettonico una serie di composizioni dinamiche ispirate al tema del giardino, dal gusto quasi psichedelico. La tecnica del videomapping a Ferrara non è stata utilizzata molto spesso, per questo ho optato per una soluzione equilibrata, che intreccia i giochi di luce più tradizionali all'evoluzione dei pattern floreali creati ad hoc».

GIARDINO OPS

Interno Verde 2017 quest'anno è stato profondamente arricchito da Giardino Ops, progetto speciale curato assieme alla Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio di Bologna, il Dipartimento di Architettura di Unife e il Comune di Ferrara.

L'obiettivo di Giardino Ops è fornire alla città una serie di proposte progettuali preliminari, capaci di orientare il futuro sviluppo del Giardino delle Duchesse - luogo di grande rilevanza storica e architettonica, situato nel cuore del capoluogo estense, impoverito purtroppo da lunghi anni di abbandono. Il progetto comprende il laboratorio interdisciplinare di progettazione organizzato a Palazzo Pendaglia da martedì 9 a giovedì 11 maggio, il convegno dedicato alle attuali tendenze nel campo del restauro del giardino storico che si terrà venerdì 12 maggio presso il Dipartimento di Architettura di Unife, la mostra degli elaborati prodotti dagli iscritti al laboratorio che potrà essere visitata nel weekend del festival, allestita proprio negli spazi oggetto dello studio.

«Ci interessa accendere i riflettori sulle potenzialità e sull'indispensabile ripensamento di uno spazio tanto significativo - spiega Licia Vignotto, coordinatrice di Interno Verde assieme a Martina Stevoli -. Ci è sembrato importante, per la seconda edizione, promuovere fattivamente la valorizzazione del verde urbano, favorire la creazione di qualcosa che potesse rimanere oltre il festival ed essere utile alla comunità. Ci auguriamo che i progetti che verranno sviluppati grazie al laboratorio sapranno fornire alla città altrettante prospettive innovative».

LA RELAZIONE, IL TERRITORIO

Interno Verde 2017 - vincitore del bando "Giovani per il territorio" promosso da Ibc Emilia-Romagna - è un progetto ideato e curato dall'associazione Ilturco, con il patrocinio del Mibact e del Comune di Ferrara. 

La sua realizzazione è possibile grazie alla partecipazione di 150 ragazzi che si sono resi disponibili a custodire i giardini aperti, coinvolti tramite il progetto regionale youngERcard, al supporto delle istituzioni e alla fattiva collaborazione di una fitta rete di imprese, cooperative, associazioni.

Main sponsor: Automaster Toyota - Lexus, Cartesio, Ceramica Sant'Agostino, Coop Alleanza 3.0, Emilbanca, Zerbini Garden.

Sponsor: Engel&Volkers, Euphorbia, Ferrara Prossima, Il raggio verde, Silla, Zazie.

Con il sostegno di: Associazione Guide Turistiche Ferraresi, cooperativa AltraQualità, Fondazione Ferrara Arte, Fondazione Villa Ghigi, Geometrica Botanica, Happy Ways, Ibs Libraccio, Maracaibo, Orto Botanico di Padova, Punto3, Ricicletta, consorzio Visit Ferrara.

Partner: Meis, Musei Civici di arte Antica, MyFE Card, Ordine degli Architetti di Ferrara, Ordine dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali, Orto Botanico di Unife, Soprintendenza Archeologia, Paesaggio e Belle Arti di Bologna, Università degli Studi di Ferrara, progetto youngERcard.

In collaborazione con: Alpaca Project, Arci Ferrara, Artena, Centro Documentazione Donna, Ferrara Off, Fiab, Fiumana, Garden Club, Instagrammers Ferrara, Lemoko, Lipu, Nuova TerraViva, Rrose Sélavy, Vegan Festival, Zero Trenta.

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.