5 maggio 2017 - Ferrara, Eventi

Ridotto del Teatro, nuovo ciclo di appuntamenti musicali

Per la rassegna VivaLaMusicaViva

Al il via domenica 7 maggio alle 11 al Ridotto del Teatro il nuovo ciclo di appuntamenti musicali VivaLaMusicaViva, proposto da Orchestra Città di Ferrara e Associazione Bal'danza, in collaborazione con Fondazione Teatro Comunale e Musei Civici di Arte Antica. Letture di brani d'epoca a cura di Piergiorgio Borasio faranno da contrappunto, è spiegato in una nota, alle rare “Tafelmusik” di Georg Philipp Telemann, autentici capolavori del Barocco. L'esecuzione vedrà all'opera l'Ensemble Musica Viva costituito per l'occasione da prime parti dell'Orchestra Città di Ferrara: Carlo Lazari violino, Nicola Guidetti flauto, Giorgio Ferroci oboe, Valentina Migliozzi violoncello, con Alessandro Casali clavicembalo. Tra il '600 e il '700 si ascoltava abitualmente musica come sottofondo dei banchetti, negli intervalli tra i servizi o durante intere feste all’aperto. Era una pratica antica (Egizi, Greci e Romani), poi ripresa da moltissime corti in epoca rinascimentale. È solo durante il Barocco, in Germania e in Francia, che la musica da tavola diventa un vero e proprio genere, in forma di suite di danze. Il contributo più pregiato è senz'altro la Tafelmusik di Telemann (o Musique de Table, 1733). Creata per strumenti solisti, si struttura in tre sezioni, ciascuna delle quali comprende: un'ouverture seguita da una suite, un quartetto, un concerto, un trio, un brano per strumento solista e una conclusione. Telemann cita molti degli stili del periodo: l'andamento melodico dei veneziani Vivaldi e Albinoni, lo stile “romano” di Arcangelo Corelli e le galanterie dei francesi, tenendo però la tradizione tedesca come solida base di pensiero. Ingresso ridotto 3 euro e intero 5.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.

Accadde oggi

Le notizie più lette degli ultimi tre anni