21 febbraio 2017 - Ferrara, Cronaca

Vende smartphone on line, ma è una truffa: denunciato 56enne

L’uomo è residente ad Argenta

Nel corso della mattinata di oggi in Argenta, località Santa Maria Codifiume, a conclusione di specifiche indagini, i militari della locale Stazione Carabinieri denunciavano in stato di libertà alla Procura di Ferrara per truffa aggravata continuata un uomo italiano classe 1960, residente in Argenta. Le indagini mettevano in luce che l’uomo, mediante artifizi e raggiri, poneva in vendita su determinati siti alcuni prodotti di elettronica (tendenzialmente smartphone) presentandosi sotto falso nome, fornendo anche copia di un documento di identità appartenente ad altra persona, postando foto dettagliate dei prodotti al fine di trarre in inganno gli ignari acquirenti che corrispondevano i pagamenti tramite ricariche postepay senza mai ricevere il prodotto richiesto. Nel contempo, con la medesima tecnica fraudolenta, acquistava prodotti da ignari inserzionisti senza mai corrispondere quanto pattuito. La perquisizione domiciliare consentiva di rinvenire molto materiale, tra cui la carta postepay su cui faceva confluire i proventi illeciti. Sono stati accertati sette diversi episodi occorsi a vittime residenti nelle provincie di Ferrara, Reggio Emilia, Novara, Lecce, Roma e Frosinone per un valore truffato pari a circa 5.000 euro.

 

Tag: smartphone

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.