10 ottobre 2016 - Ferrara, Cronaca

Sagra dell'Anguilla, positivo il primo bilancio

Si è conclusa la XVIII edizione, all'insegna ancora una volta di numerosi eventi

E’ sostanzialmente confortante, nonostante il maltempo nel week end di chiusura, il preconsuntivo della XVIII Sagra dell’Anguilla conclusasi ieri sera a Comacchio, spiegano i promotori dell'iniziativa in una nota. Quasi undicimila commensali nelle nove giornate di apertura ‘ordinaria’ dello Stand Gastronomico, ai quali si aggiungono gli oltre 250 partecipanti alla maxispaghettata per le popolazioni terremotate di Lazio e Marche; oltre una ventina fra associazioni, consorzi, istituzioni e realtà imprenditoriali – non soltanto locali – coinvolte nell’organizzazione di quasi un centinaio fra appuntamenti ed attività calendarizzati nelle diciotto giornate della kermesse; più di un’ottantina i volontari impegnati nella gestione di aree di sosta, cucina e sala della grande tendostruttura di Argine Fattibello dove, ogni sabato sera e domenica a pranzo, hanno operato anche i bravissimi ragazzi dell’istituto ‘Remo Brindisi’ di Lido degli Estensi. “Per i numeri definitivi si dovrà attendere ancora un po’ – sottolinea Vaide Pozzati, il presidente dell’Unione Sportiva Volania, partner organizzativo dell’Amministrazione Comunale nell’organizzazione della grande kermesse dedicata alla ‘regina delle valli’ – intanto però possiamo dire che allo Stand abbiamo servito, nel complesso, all’incirca lo stesso numero di ospiti del 2015 e che, nonostante la pioggia, pressochè tutti gli appuntamenti in calendario si sono potuti svolgere mentre hanno un po’ sofferto, e non poteva essere altrimenti, le bancarelle del percorso espositivo. Molto bene, soprattutto nell’ultimo week end e quelli con lo chef giapponese Hiroshi Ogata ed i pescatori di Orbetello – continua Pozzati – presentazioni, laboratori e cooking show del “Teatro dei Sapori”, così come le passeggiate letterarie, le pedalate gourmet, il concerto del 24 settembre con Paolo Fresu, Javier Girotto e la Jazzlife Orchestra diretta da Roberto Spadoni e quello di Armando Sparagna del 2 ottobre”. E le attività infrasettimanali? “Proseguendo il percorso che abbiamo avviato e stiamo sviluppando in questi ultimi anni, grazie anche ai partner che ci sostengono in questa sfida – conclude il presidente dell’Unione Sportiva Volania – continuiamo e continueremo a programmare ed investire per far crescere la Sagra anche nell’infrasettimana. Anche se, non lo nascondo – conclude Pozzati – c’è ancora molto da fare”. E a proposito di attività infrasettimanali, sono stati versati sul conto corrente collegato al numero solidale 45500 del Dipartimento Protezione Civile i 1.690 euro incassati in occasione di AmatriciAMO, l’apertura straordinaria del 27 settembre nel corso della quale – per raccogliere fondi da destinare alle popolazioni terremotate di Lazio e Marche – dalle cucine della grande tendostruttura di Argine Fattibello, grazie alla collaborazione di Bondi Artigiani Pastai, Tenuta Garusola-Cooperativa Giulio Bellini, Salumificio Magnoni, Cash&Carry Francesco Menegatti Lido Estensi e Mondialchimicart sono stati cucinati generosi piatti di spaghetti al torchio all’Amatriciana accompagnati ad un bicchiere di vino del Bosco Eliceo.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.