3 giugno 2010 - Ferrara, Cronaca

Grattacielo, scuola estiva di italiano

E' possibile iscriversi entro il 18 giugno 2010

Anche nel corso dell'estate 2010, per il secondo anno consecutivo, è stata organizzata al grattacielo di Ferrara la scuola di italiano per giovani migranti, a cura dell'associazione Viale K e con la direzione didattica della dott.ssa Mary Malaguti coadiuvata dall’insegnate Davide Bianchi. Il progetto, promosso dal centro di mediazione del servizio sicurezza del Comune di Ferrara all'interno del progetto "Ferrara città solidale e Sicura", in collaborazione con l’istituzione servizi educativi scolastici e per le famiglie - Uoi Area Stranieri, desidera essere una risposta ai bisogni dei giovani stranieri, bambini e ragazzi, che nel periodo estivo non hanno la possibilità di fruire di percorsi formativi specifici per l’apprendimento della lingua italiana.
Attraverso corsi e laboratori gratuiti, che consentano agli studenti di migliorare la padronanza linguistica, si intende facilitare il successivo inserimento scolastico e più in generale favorire l’integrazione sociale tramite il superamento dello svantaggio linguistico e culturale dei giovani di origine straniera.
I corsi, suddivisi per età e livello di conoscenza della lingua, avranno inizio il 29 giugno 2010 e si terranno nei locali del "Centro culturale Il Grattacielo" martedì, mercoledì, giovedì dalle 9 alle 12.30, fino al 2 settembre 2010.

Le iscrizioni verranno raccolte dal centro di mediazione del Comune di Ferrara (Viale Cavour 177-179, tel. 0532-770504) e vanno effettuate entro il 18 giugno 2010. 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.