3 giugno 2010 - Ferrara, Cronaca

Prime note alla Certosa

Primo appuntamento della rassegna di visite musicate alle tombe illustri

Dopo la fortunata edizione di settembre 2009, ritorna Certosa in Musica, nuovamente promossa da Amsefc - Ferrara in collaborazione con l'ufficio ricerche storiche del Comune di Ferrara e con gli assessorati alla Cultura e ai Beni Monumentali. Ancora quattro episodi, ogni venerdì di giugno, destinati a familiarizzare sempre più la città con gli ambiti monumentali della Certosa. 
Si comincia oggi, venerdì 4 giugno alle 18 con la visita guidata alle tombe illustri di Girolamo Savonuzzi, Corrado Govoni, Florestano Vancini e Giovanni Boldini, curata e illustrata da Francesco Scafuri e Silvia Villani. A conclusione dell'iniziativa, l'arpista Irene De Bartolo sulla tomba di Giovanni Boldini proporrà un doppio programma con musiche tradizionali per arpa celtica e repertorio francese per arpa a pedali degli anni parigini di Boldini.
Quattro brani tradizionali irlandesi ed Eleanor Plunkett, una delle più celebri composizioni di Torluogh O'Carolan, mitica figura di arpista-compositore itinerante, vissuto in Irlanda a cavallo tra Sei e Settecento. La parte classica del recital ospiterà due brani originali del belga Adolphe Hasselmans e di Carlos Salzedo, francese di nascita ma statunitense d'adozione, e due celeberrime trascrizioni. In entrambi i casi due composizioni per pianoforte degli anni parigini di Boldini, una delle tre Gymnopedie di Erik Satie e La fille aux cheveux de lin, dal Primi libro dei preludi di Claude Debussy.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.