8 maggio 2015 - Ferrara, Economia & Lavoro

Cassa integrazione in deroga, in arrivo oltre 18,5 milioni

In Emilia-Romagna per il periodo settembre-dicembre 2014. Decreto firmato dai ministri Padoan e Poletti

Sono in arrivo 18,6 milioni, a copertura del periodo settembre-dicembre 2014, per la Cassa integrazione in deroga. La Regione conferma l'intervento del Governo: con il decreto appena firmato dai ministri dell’Economia Pietro Carlo Padoan e del Lavoro  Giuliano Poletti, arrivano in Emilia-Romagna 18 milioni e 618 mila euro con i quali si potranno autorizzare  tutte le domande ammissibili. Si tratta  di 3.210 domande di cassa in deroga per 21.490 lavoratori per il periodo da settembre 2014 dicembre 2014.
«Il provvedimento consegna giustamente tranquillità ai lavoratori e alle loro famiglie colmando un ritardo che rischiava di aumentare le difficoltà. Intanto prosegue il nostro impegno, partendo dall’intesa siglata nel febbraio scorso sulla gestione della mobilità in deroga, per garantire un reddito a chi l’ha perso e non ha nessuna tutela consentendo anche di attivare le politiche attive necessarie a qualificare i lavoratori. L’obiettivo principale resta però quello di operare in modo diffuso per ricercare soluzioni di rilancio industriale» hanno sottolineato soddisfatto l’assessore regionale alle Attività Produttive Palma Costi e l’assessore regionale al Lavoro Patrizio Bianchi.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.

Accadde oggi