29 aprile 2015 - Ferrara, Economia & Lavoro

La Cercom passa ad un Gruppo egiziano, l’attività riprende

Filo d'Argenta, la soddisfazione del sindacato. La nuova società si chiama Santa Maria srl

 

Una buona notizia per l’economia ferrarese. E’ in via di definizione in queste ore, spiegano la Filctem Cgil e la Femca Cisl,  "l’acquisizione dello stabilimento Cercom di Filo di Argenta da parte di un gruppo egiziano, Omega Ceramic, una grande società del settore con 6 stabilimenti nel proprio paese.  La nuova società creata per questa operazione si chiama “Santa Maria s.r.l.” e, comporterà, secondo il piano industriale presentato alle organizzazioni sindacali, in tempi brevi, la ripresa produttiva dello stabilimento.

 

Si è giunti quindi alla conclusione di una situazione che aveva come unica via di uscita la vendita da parte di Cir Serenissima, gruppo reggiano con altri due stabilimenti produttivi, Rubiera e Roteglia, ormai più che sufficienti per assolvere ai volumi di vendita, richiesti oggi dal mercato, dopo la forte flessione che ha colpito anche il settore ceramico delle piastrelle".

 

La fermata produttiva della Cercom, spiega il sindacato,  "è cominciata a Gennaio dello scorso anno e questi 16 mesi hanno visto soltanto un “tentativo” di ripresa dell’attività a settembre scorso, quando sembrava che un’altra società fosse interessata all’acquisizione, ma poi risoltasi in un nulla di fatto. I quasi ottanta lavoratori hanno svolto quindi un anno di cassa integrazione ordinaria “quasi” a zero ore  e questi ultimi mesi coperti con la cassa straordinaria, comportando una forte perdita retributiva ma soprattutto una forte preoccupazione per il mantenimento della loro occupazione.

 

La parte negativa di questa acquisizione è che, la nuova società ripartirà con 70 lavoratori a fronte di un organico attuale di 77. La Cir Serenissima ha proposto agli “esuberi” la continuazione dell’attività lavorativa con trasferimento presso gli stabilimenti reggiani.  Una parte ha accettato mentre altri hanno preferito la  collocazione in mobilità, soprattutto chi prossimi alla pensione.

Ora comincia finalmente la ripresa dell’attività e la “Santa Maria” ha anche già “anticipato” che c’è la volontà per il futuro di operare investimenti di potenziamento dello stabilimento. 

 

Come Sindacato manifestiamo soddisfazione per la riuscita dell’operazione, un risultato ottenuto grazie alla volontà di Cir Serenissima di non lasciare intentata nessuna strada; un grazie però soprattutto ai lavoratori, che, “pazientemente”, senza urlare dissenso rispetto a quanto hanno vissuto, hanno dimostrato a chi si è interessato all’acquisizione, che a Filo c’è voglia di lavorare con la professionalità che li ha sempre contraddistinti”.

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.

Accadde oggi