1 giugno 2010 - Ferrara, Cronaca

Chiedeva l'elemosina con una bimba: denunciata ed espulsa

Dal 2006 pendeva a suo carico un provvedimento del questore di Rovigo

Ad un angolo di una via del centro storico di Ferrara, una giovane donna chiedeva l’elemosina utilizzando una bambina di circa 2 anni.
I poliziotti l'hanno fermata: la donna, di origine bosniaca, non aveva alcun documento di riconoscimento utile alla sua identificazione, così si è stata accompagnata in questura.
Agli agenti ha dichiarato che la bimba era sua figlia, presentando un atto di nascita rilasciato a Rimini.
Ma su di lei invece sono emersi precedenti per falsità ideologica e truffa per il conseguimento di erogazioni pubbliche, con un’espulsione a suo carico emessa dalla questura di Rovigo nel 2006.
Oltre alla denuncia per impiego di minori nell’accattonaggio, non essendo in possesso di alcun titolo per il soggiorno in Italia, è stata quindi espulsa con provvedimento del questore di Ferrara.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.