31 maggio 2010 - Ferrara, Cronaca, Eventi

Ferrara Sotto le Stelle pronta al decollo

Dopo il lancio in Regione la rassegna è stata presentata anche in città

Potrà vantare ben cinque artisti in esclusiva nazionale assoluta e avrà un respiro internazionale. Ospite come di consueto della cornice di piazza Castello nel cuore della città, la quindicesima edizione di “Ferrara sotto le Stelle 2010” promette novità e appuntamenti importanti, che spaziano all’interno del panorama di tutta la musica indipendente. Organizzato dall'Associazione Ferrara sotto le Stelle con la collaborazione di Arci Ferrara e il sostegno del Comune e della Provincia di Ferrara e della Regione Emilia-Romagna, in questi anni il Festival si è imposto all’attenzione generale per avere saputo coniugare nomi di riconosciuto prestigio e giovani autori di talento, intrattenimento di livello e piacevoli scoperte, grande spettacolo e ricerca, per uno spaccato musicale estremamente vario, ma sempre di altissima qualità.

L’iniziativa, che sta preparandosi in grande stile al concerto dei Pixies (in piazza Castello il 6 giugno, unica data italiana, con prevendita quasi esaurita) è stata presentata ieri nella sala degli Arazzi della residenza municipale alla presenza del vicesindaco Massimo Maisto, della capo di Gabinetto della Provincia di Ferrara Manuela Paltrinieri, del presidente dell’associazione "Ferrara sotto le Stelle" Paolo Vettorello, del curatore della rassegna Roberto Roversi e del presidente Arci Paolo Marcolini. Nel corso dell'incontro è stato poi preannunciato uno dei più originali eventi musicali del calendario in programma sabato 10 luglio dal titolo “La Tempesta sotto le Stelle”. Showcase della più prestigiosa etichetta italiana indipendente, ‘La Tempesta’ appunto, è una vera e propria produzione esclusiva di “Ferrara sotto le Stelle”: dalle 18 all’1 in piazza Castello e nel cortile del Castello estense saranno allestiti due palchi dove si alterneranno tredici dei migliori gruppi legati all’etichetta offrendo al pubblico un’opportunità non stop e il massimo utilizzo degli spazio disponibili.

Una formula tutta da verificare – hanno aggiunto gli organizzatori – e magari da riproporre il prossimo anno, coinvolgendo eventualmente anche l’altro spazio collegato, il giardino delle Duchesse. “Diversamente da altre esperienze analoghe sul territorio nazionale – ha ricordato l’assessore Massimo Maisto – il nostro è un festival che ha dimostrato solidità e continuità, merito anche dell’efficace formula organizzativa che sa unire da sempre novità e ricerca artistica di sicuro impatto sul pubblico.” ”Questa edizione di ‘Ferrara sotto le Stelle’ – ha confermato Paolo Vettorello – ha poi goduto di un’attenzione progettuale del tutto particolare a vantaggio delle persone diversamente abili. Grazie ad un lavoro a più mani, organizzatori, dirigenti e tecnici di Comune e Provincia hanno infatti allestito in occasione della manifestazione un palco con tutte le caratteristiche dell’accessibilità e ampliati e migliorati la messa in sicurezza e l’agibilità dello spazio concerti, davvero per tutti”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.