21 novembre 2014 - Ferrara, Politica

Regionali 2014, le liste e i candidati alla presidenza

Sei i nomi in lizza

Domenica 23 novembre, dalle 7 alle 23, emiliano-romagnoli alle urne per eleggere il presidente della Regione e rinnovare l’assemblea legislativa. A Ferrara e provincia sono 406 le sezioni: 140.409 gli elettori maschi, 153.444 le femmine: in totale gli elettori sono 293.853.  In allegato, a fondo pagina, le liste; non è stata ammessa a Ferrara quella collegata al candidato presidente Maurizio Mazzanti (Liberi cittadini per l’Emilia-Romagna).

 

In Emilia-Romagna sono oltre 3,4 milioni gli elettori: esattamente (secondo la rilevazione a 45 giorni dal voto) gli elettori sono 3.465.707 di cui 1.672.354 uomini e 1.793.353 donne. Oltre 4.500 le sezioni in cui sarà possibile votare.
Sul sito della Regione - realizzato in collaborazione tra Giunta e Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna -  oltre alle liste, informazioni e circolari ministeriali relative al voto, le leggi che regolano la consultazione elettorale nonché la banca dati dei risultati delle precedenti tornate. A disposizione anche una ‘Guida alle elezioni regionali 2014’, un vademecum - realizzato dai Servizi dell’Assemblea legislativa – che contiene le istruzioni per l’uso in vista del voto.  

I candidati (l’ordine è quello estratto)

 

MAURIZIO MAZZANTI è il candidato presidente per la lista Liberi Cittadini per l’Emilia Romagna. Nato a Bologna 52 anni fa, Mazzanti è sposato e ha due figlie.

Si occupa di comunicazione digitale per una società di produzioni audiovisive e multimediali e insegna in un Ente di Formazione di Bologna.

Abita a Budrio, in provincia di Bologna, dove ha cominciato ad occuparsi di politica nel 2009, quando è stato eletto nella consulta frazionale. Nel 2012 ha dato vita alla lista civica comunale “NOI per Budrio” e si è candidato a Sindaco, ottenendo il 14% alle elezioni amministrative, con due consiglieri eletti.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

STEFANO BONACCINI è sostenuto dalle liste PD, SEL, Emilia Romagna Civica e Centro Democratico – Democrazia solidale – Centro con Bonaccini, il candidato alla presidenza è nato il 1° gennaio del 1967 a Modena. È sposato con Sandra ed è papà di Maria Vittoria e Virginia, che hanno 22 e 12 anni. Ha fatto parte della segreteria nazionale del Pd, guidata da Matteo Renzi, per il quale ha coordinato la campagna nazionale delle Primarie 2013, in cui è stato eletto segretario nazionale. Dal 25 ottobre 2009 è stato il segretario regionale del Partito Democratico dell'Emilia-Romagna. In precedenza ha fatto l'amministratore pubblico cinque anni a Campogalliano e sette anni a Modena.

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

ALAN FABBRI, candidato presidente sostenuto dalle liste Lega Nord Emilia e  Lega Nord Romagna, Forza Italia e Fratelli d’Italia, è nato a Bondeno (Fe) il 4 gennaio 1979. Attualmente sindaco di Bondeno, Fabbri è laureato in ingegneria. È stato eletto nel Consiglio Direttivo della Lega Nord Provinciale di Ferrara nell'anno 2002; è stato capolista per la Lega Nord alle elezioni amministrative del Comune di Bondeno nell'anno 2004, in appoggio al sindaco uscente della CDL. È stato sindaco di Bondeno dal giugno del 2009 al maggio 2014 e rieletto per il secondo mandato, il 25 maggio 2014 con deleghe alla Sanità e alla Ricostruzione post sisma.

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

MARIA CRISTINA QUINTAVALLA, candidata alla presidenza con la lista “L’Altra Emilia Romagna”, è docente di filosofia e storia presso il Liceo classico Gian Domenico Romagnosi di Parma. Nel 1980 è stata eletta consigliere comunale, in una lista di sinistra alternativa. Si è dedicata negli anni successivi all’insegnamento e agli studi filosofici. Opera in molti movimenti di lotta contro le politiche di austerità, a fianco dei lavoratori.

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

GIULIA GIBERTONI è la candidata presidente alle Elezioni Regionali 2014 per il Movimento 5 Stelle. Modenese di 38 anni, ricercatrice in Semiotica della Cultura, curatrice di mostre temporanee al Louvre. È stata dal 2008 al 2009 senior manager per Maserati. Da settembre 2009 è docente a contratto di Semiotica della Cultura all’Università Cattolica di Milano.

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------

ALESSANDRO RONDONI è il candidato sostenuto da NCD e UDC. È capogruppo Pdl in Consiglio Comunale a Forlì. E’ stato candidato sindaco di Forlì alle amministrative 2009 raggiungendo con 28.202 voti il ballottaggio, sostenuto al primo turno da Pdl, Udc e Lega Nord e al secondo anche dal Pri. E’ consigliere comunale nel Comune di Forlì.

Rondoni è nato a Forlì il 24 dicembre 1960 ed è sposato con Chiara. Si è laureato in Giurisprudenza all’Università degli Studi di Bologna. Giornalista professionista è stato direttore del settimanale forlivese “il Momento” per più di vent’anni, dal maggio 1988 al marzo 2009. E’ membro del Consiglio provinciale e nazionale di Federcultura di Confcooperative.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.