17 ottobre 2014 - Ferrara, Cronaca

La ricca donazione è fasulla, truffato sacerdote

Malviventi in azione a Ferrara

Vari gli interventi dei Carabinieri a Ferrara nei giorni scorsi. I militari stanno indagando su una truffa ordita  ai danni di un anziano sacerdote ad opera di due soggetti. Con un raggiro, basato su un’asserita ricca donazione da parte di uno sconosciuto benefattore, si facevano consegnare alcune migliaia di euro per avviare la pratica dal notaio e dileguandosi subito dopo.

 

Inoltre, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile  nel corso di uno specifico servizio di controllo del territorio per la prevenzione e la repressione dei reati contro il patrimonio hanno denunciato in stato di libertà all’A.G., per ricettazione, un 33enne pregiudicato, residente nella provincia di Ferrara. L’uomo è stato trovato in possesso di un libretto di assegni risultato asportato, nel corso di un furto in abitazione, nel settembre scorso. L’uomo è stato, altresì, segnalato alla Prefettura di Ferrara, quale assuntore di sostanze stupefacenti per uso non terapeutico. I militari hanno rinvenuto un grammo di hashish in suo possesso. Lo stupefacente ed il libretto di assegni sono stati sottoposti a sequestro. Si registrano poi il furto, dall’interno di un furgone parcheggiato lungo la pubblica via, di una sacca di stoffa contenente monete, lasciata incustodita sul sedile del passeggero,  di pertinenza di una ditta per la manutenzione di slot machine. Danno complessivo in corso di valutazione;  e lo scippo della borsetta, contente la somma di 100 euro, ai danni di una 84enne,  avvenuto in via G.Byron ad opera di malfattore in bicicletta.

  •  

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.