13 agosto 2014 - Ferrara, Cronaca

Fecondazione eterologa: serve uniformità

Ferrara - Arriva dalla Regione Emilia Romagna l'invito alla celerità da parte del GOverno su una materia delicata come la fecondazione eterologa nei probllemi diinfertilità.

“Siamo consapevoli e convinti che occorra fare in fretta. Ma pensiamo anche che sulla vicenda della fecondazione eterologa serva un provvedimento – linee guida o decreto che siano – che garantisca uniformità delle procedure a livello nazionale, certezza delle regole e sicurezza per la salute di chi affronta questa scelta. E di questa opinione sono anche le principali associazioni e società scientifiche di ginecologia, che proprio oggi hanno reso noto la loro opinione in merito”. Lo ha detto Carlo Lusenti, assessore regionale alle politiche per la salute, a proposito del dibattito in corso sulla applicazione delle disposizioni della Consulta sul tema fecondazione eterologa.
L’assessore Lusenti ha scritto ieri al collega della Regione Veneto, Luca Coletto, coordinatore degli assessori regionali alla sanità, per chiedere la convocazione a breve della Commissione salute, con l’obiettivo “di poter disporre, entro la prima settimana di settembre, di una proposta unitaria da sottoporre al Ministro per una regolamentazione uniforme su tutto il territorio nazionale”.
“Vogliamo – chiarisce Lusenti – che a settembre le linee guida siano già pronte, per dare una risposta alle coppie in attesa, la cui legittima aspettativa non può essere vanificata a questo punto da inutili ed esasperanti dilatazione dei tempi, che la Regione Emilia-Romagna non accetterà”.
“La disparità che, in assenza di un quadro normativo nazionale, rischia inevitabilmente di crearsi tra la sanità pubblica (che resterebbe ferma)  e quella privata (determinata a procedere comunque) – conclude l’assessore – è per noi intollerabile, soprattutto perché parliamo di un diritto e di una scelta che hanno a che fare con la salute e che non può dipendere dalle disponibilità economiche dei singoli”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.

Accadde oggi