2 agosto 2014 - Ferrara, Cronaca

Scuola: soddisfatte le esigenze di Ferrara

Ferrara - E' stato reso noto ieri dall’Ufficio Scolastico Regionale l’informazione circa
l’attribuzione dell’organico di fatto dei docenti per le scuole dell’Emilia Romagna per l’anno scolastico 2014/2015: 982 posti di cui 160 finalizzati alle scuole delle aree terremotate. A Ferrara arrivano quindi per il prossimo anno scolastico 85 nuove disponibilità negli organici di fatto, con un totale di 3.093 cattedre.
I sindacati della scuola si sono detti piuttosto soddisfatti: "Registriamo da parte del Ministero dell’Istruzione una risposta molto vicina alla necessità di posti
aggiuntivi inoltrata dalle Organizzazioni Sindacali della Scuola in data 26 maggio 2014.
Questo è il risultato della mobilitazione con la quale abbiamo fatto vivere la nostra richiesta in questi mesi per rivendicare i posti necessari per far funzionare le scuole di ogni ordine di tutta la Regione: appelli, documenti di denuncia circonstanziati, presidi, incontri con i Prefetti e i rappresentanti delle Istituzioni a livello locale e regionale, ma soprattutto l’alleanza con i coordinamenti e i comitati dei genitori.
E’ stato premiato il lavoro collettivo delle istituzioni e delle parti sociali del nostro territorio e riconosciamo al dott. Versari e all’assessore Bianchi di aver ascoltato e condiviso le nostre richieste, di averle rappresentate al Miur con determinazione ed efficacia, di aver contribuito a difendere la quantità e la qualità del sistema scolastico pubblico di questa Regione, a partire dalla scuola dell’infanzia e dal tempo pieno.
Possiamo affermare, citando la premessa del Report sul sistema scolastico dell’Emilia Romagna, che c è un pensiero condiviso: “IL FUTURO in questa regione comincia dai banchi di scuola”."

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.