25 maggio 2010 - Ferrara, Cronaca

I bus per raggiungere Cona

La giunta approva il potenziamento dei collegamenti con il nuovo ospedale

Nuovi passi in avanti per il progetto ‘Co.N.A.’ che si occuperà di garantire i servizi di trasporto pubblico su ruota verso il nuovo polo ospedaliero. La Giunta ha dato ieri il via libera al progetto definitivo, sulla base del Piano operativo di dettaglio approvato in febbraio, e ha stabilito gli impegni di spesa da formalizzare al Ministero dell’Ambiente, che ha stanziato per lo scopo una somma di 808mila euro. A questa si aggiungeranno i 350mila euro di fondi comunali, i 100mila euro finanziati dall’Azienda ospedaliera e i 50mila euro dell’Università, per una spesa complessiva di un milione e 308mila euro.

Obiettivo del progetto è quello di garantire il potenziamento, in via sperimentale per due anni, dei servizi di autobus a disposizione dei cittadini, del personale ospedaliero e degli studenti universitari per il raggiungimento della nuova struttura sanitaria. Il tutto a integrazione e in attesa della predisposizione del servizio ferroviario di superficie. Sarà in particolare attivato un servizio di linea con partenza dalla stazione ferroviaria e fermate lungo l’asse di viale Cavour e corso della Giovecca, passando davanti all’attuale Sant’Anna e con arrivo all’interno del nuovo polo di Cona. A questo si sommerà un servizio di navetta per il collegamento diretto fra le due strutture ospedaliere, attivo nei giorni feriali e nelle fasce orarie di maggiore affluenza. Per entrambe le modalità di trasporto saranno privilegiati veicoli a basso impatto ambientale, con alimentazione a metano, e a elevato comfort di viaggio (velocità commerciale elevata, silenziosità, aria condizionata, pedane per utenti con difficoltà motorie).

E’ inoltre prevista l’attivazione di incentivi all’utilizzo del trasporto pubblico con forme di abbonamento annuale scontato, pensate in particolare per il personale ospedaliero e universitario e per gli studenti. Mentre, in generale, per raggiungere Cona in bus sarà sufficiente un biglietto urbano di corsa semplice, grazie all’inserimento della nuova area ospedaliera nella zona urbana di Ferrara, in occasione del recente avvio del progetto Stimer per l’integrazione tariffaria del trasporto pubblico nel territorio regionale. Il progetto ‘Cona’, con cui il Comune di Ferrara assieme a quelli di Vigarano Mainarda, Poggio Renatico e Mirabello ha partecipato al bando dello scorso anno per l’assegnazione dei contributi ministeriali per il trasporto pubblico, prevede anche la realizzazione di interventi di messa in sicurezza di alcune fermate bus che attualmente servono il servizio extraurbano e che saranno interessate dalle nuove linee di trasporto per Cona. Destinataria principale del progetto è quella quota di utenti del Sant’Anna (circa il 30% del totale) che già oggi sceglie modalità sostenibili (a piedi, in bici o bus) per raggiungere l’ospedale e alla quale si vuole continuare a garantire possibilità di spostamento a basso impatto ambientale.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.