8 maggio 2014 - Ferrara, Cronaca

A Ferrara il trasporto pubblico intelligente con GIM

Ferrara - E' stato presentato ufficialmente questa mattina il progetto G.I.M. (Gestione Informata della Mobilità), il sistema di innovazione dell'informazione nel trasporto pubblico a Ferrara.

Il GIM riguarda tre regioni e per l'Emilia-Romagna le province di Ferrara, Piacenza, Reggio Emilia, Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini. La sola parte regionale del progetto vale 7 milioni di €, la quota di Ferrara è di circa 1,4 milioni di € coperti per metà da contributi regionali e statali e per l'altra metà da Provincia e Comune.

AMI in base ad uno specifico accordo si è fatta carico della quota di pertinenza degli Enti Locali; l'investimento è molto importante per lo sviluppo e l'adeguamento qualitativo del sistema di trasporto pubblico locale nel nostro territorio. A tal proposito, infatti, il sistema GIM a regime consentirà all'utenza di avere informazioni in tempo reale sull'arrivo dei bus nonché altre notizie utili sul servizio alle fermate, per il gestore Tper e per AMI un controllo complessivo sulla regolarità del servizio. A questo si aggiunge l'attivazione di "corsie smart" per la preferenziazione semaforica variabile grazie ad una possibile integrazione tra la centrale di TPER e i regolatori semaforici.

Il sistema è già in fase di installazione: al momento attuale nella città di Ferrara e in provincia sono state ordinate e consegnate tutte le attrezzature di fornitura e sono stati installati n. 181 apparati di bordo e n. 32 paline di fermata.

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.