19 aprile 2014 - Ferrara, Cultura e Spettacoli, Eventi

La cultura ebraica attraverso la narrazione

Ferrara - Dal 26 Aprile al 1 Maggio torna a Ferrara, per la quinta edizione, la Festa del Libro Ebraico in Italia. L’evento, che lo scorso anno ha richiamato oltre diecimila persone, è organizzato dalla Fondazione MEIS (Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah), con il supporto di Ferrara Fiere Congressi e il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, della Regione Emilia-Romagna, della Provincia e del Comune di Ferrara, dell’Università degli Studi di Ferrara, dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane e della Comunità Ebraica di Ferrara.

Il programma della manifestazione si presenta ricco, vario e di qualità, scandito da dibattiti, convegni, tavole rotonde, concerti, spettacoli teatrali (anche per bambini), proiezioni cinematografiche, degustazioni, visite guidate, una mostra, un premio, senza dimenticare, naturalmente, i libri: cuore pulsante della Festa, queste presenze ora silenziose, ora dialoganti per voce dei propri autori, avranno nel Chiostro di San Paolo la propria sede elettiva.

Alla presentazione della quinta edizione, Massimo Maisto, Vicesindaco e Assessore alla Cultura del Comune di Ferrara, nonchè membro del CdA della Fondazione MEIS: "La Festa del Libro Ebraico è un'interessante sintesi tra qualità, divulgazione e ricerca scientifica. Come già auspicato dall'ex Ministro dei Beni Culturali, Massimo Bray, e confermato dall'attuale, Dario Franceschini, il MEIS dovrà essere non solo un museo, ma anche e soprattutto un centro culturale e di studio. Un primo, importante passo in questa direzione è rappresentato dagli atti del convegno internazionale di studi "Ebrei a Ferrara, ebrei di Ferrara", che verranno presentati durante la Festa (Mercoledì 30 Aprile, ndr) e che costituiscono la prima edizione di una pubblicazione targata MEIS."

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.

Accadde oggi