9 aprile 2014 - Ferrara, Comacchio, Politica

Lidi Comacchio: parcheggi a pagamento dal 2015

Ferrara - L'ufficio comunicazione del Comune di Comacchio ha reso noto che durante l’incontro odierno del Tavolo del Turismo, convocato in Sala Consiglio a Comacchio, si è nuovamente discusso dei parcheggi a pagamento e alle lungaggini riscontrate nel rilascio delle autorizzazioni, che competono al Demanio Marittimo.
“Visto il protrarsi dei tempi per gli adempimenti burocratici in questione, si è deciso all’unanimità di rinviare su tutti e 7 i lidi – ha dichiarato il Sindaco Marco Fabbri – la proposta per l’istituzione della sosta a pagamento dalla prossima stagione balneare 2015. La decisione, condivisa da tutti, è maturata al fine di eseguire quegli interventi, che richiedono tempi congrui per essere realizzati.”
All’incontro erano presenti i rappresentanti delle associazioni di categoria, delle cooperative degli stabilimenti balneari e dei consorzi e la proposta condivisa da tutti “sarà vagliata in un secondo momento, in sede di commissione consiliare – ha aggiunge il Sindaco -. La volontà dell’Amministrazione Comunale consiste nell’estendere il servizio dei parcheggi a pagamento su tutti i sette lidi, ma le condizioni attuali non lo consentono."
Il sindaco Fabbri ha precisato che lo scorso anno la fase sperimentale avviata ai lidi nord ha permesso di verificare i possibili introiti derivanti dalla gestione del servizio e di studiare un progetto molto ambizioso e innovativo, che permetterà di finanziare con gli introiti stessi quelle opere pubbliche, che diversamente non saremmo in grado di finanziare, considerati i sempre più ingenti tagli attuati dal Governo centrale alle risorse degli Enti Locali. "Un discorso analogo vale per la concessione demaniale dell’ex-bagno della Polizia di Stato – ha proseguuito il Sindaco -, che l’Amministrazione Comunale ha richiesto un anno fa, ma che ha ottenuto riscontro solo nelle scorse settimane. In questo caso specifico era stato richiesto lo scomputo dei canoni per le spese di bonifica, ma la domanda è stata respinta. Si è provveduto allora a riformularla, specificando che il Comune di Comacchio si farà carico anche delle spese di bonifica e siamo in attesa del rilascio della concessione, la quale ci permetterà di avere titolo per intervenire sull’area interessata. Calcolando i tempi tecnici previsti, anche per l’acquisizione di quest’area su cui sorgeva il bagno della Polizia di Stato, in abbandono da anni, si presume di poter intervenire dal 2015.”

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.