13 marzo 2014 - Ferrara, Economia & Lavoro

Imprese Ferrara, manca il ricambio generazionale

Ferrara - La crisi, la pressione fiscale, la concorrenza internazionale, le piccole e medie imprese ferraresi hanno sulla loro strada numerosi ostacoli, ai quali si aggiunge il ricambio generazionale, che ad oggi è una delle cause più frequenti di mortalità delle imprese nella nostra provincia.
A Ferrara infatti, al 31 dicembre 2013, erano 2.600 gli imprenditori con i capelli bianchi (più dell'11% del totale), 600 dei quali erano donne. Un fenomeno in costante crescita, che ha fatto registrare, rispetto al 2008, un + 3,6%. Questo il quadro che emerge dall'Osservatorio dell’economia dell’Ente di Largo Castello sui dati del Registro delle imprese, che sottolinea pure come non necessariamente i figli, anche quando hanno avuto un ottimo percorso accademico e formativo, rivelino le stesse capacità imprenditoriali dei genitori.

“Serve una maggiore collegialità nella gestione aziendale – evidenzia Carlo Alberto Roncarati, presidente della Camera di Commercio di Ferrara - non importa che sia un familiare o un esterno: è importante che abbia maturato conoscenze specifiche. Il mercato impone sempre di più all'estero l'Italian life ma per scegliere la difficile strada dell'internazionalizzazione e degli investimenti è necessaria una forte coesione nell'indirizzo strategico dell'azienda”.

Anche per questo, sarà presto operativo il bando della Camera di Commercio a supporto delle imprese che si apprestano ad affrontare il passaggio critico del ricambio generazionale. Saranno finanziate, in particolare, dall'Ente di Largo Castello le azioni di affiancamento nei confronti del sistema bancario, di consulenza specialistica per valorizzare la propensione all'innovazione ed il patrimonio di conoscenze già acquisite dall'impresa, nonché di assistenza diretta nelle operazioni di trasferimento della proprietà e della conduzione aziendale sia verso eredi/successori/dipendenti sia verso acquirenti esterni.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.