Ferrara e il suo tesoretto

Ferrara - E' stato approvato stamattina in Giunta comunale il Conto Consuntivo 2013 del Comune di Ferrara, poi presentato alla stampa dal sindaco Tiziano Tagliani e dall'assessore comunale al Bilancio Luigi Marattin. Il documento approderà in Consiglio comunale all'inizio di aprile e sarà presentato in Commisione consiliare entro la fine di marzo.
L'assessore Luigi Marattin ha spiegato i conti: "l'avanzo di amministrazione ammonta teoricamente a 8,7 milioni di euro, ai quali vanno tolti per ottenere una fotografia reale e concreta 1,87 milioni di Gestione residui, 2,45 di vecchi avanzi di gestione non applicati e 0,4 di mutui differiti, arrivando a un totale di 4 milioni di euro."
In parte questi fondi sono stati già utilizzati: il bilancio di previsione 2014 conteneva una riduzione di tasse sul lavoro (addizionale Irpef) per 2 milioni di euro; inoltre 1 milione di euro sarà destinato a un apposito fondo rischi per eventuali spese legali e analoga cifra sarà accantonata per fare fronte alle necessità determinate dalle incertezze nella gestione finanziaria nazionale e locale, come la recente vicenda Tasi. "Nel 2013 non abbiamo investito solo in azioni riconducibili all'evento terremoto, ma siamo riusciti a mettere in campo investimenti per oltre 15 milioni di euro" ha concluso Marattin.
"Oggi arriviamo a concludere un percorso di risanamento del Bilancio comunale - ha sottolineato il sindaco Tiziano Tagliani - che mira ad azzerare l'indebitamento. Alla vigilia della conclusione della legislatura presentiamo un rendiconto favorevole che lascia aperta la possibilità di portare a buon fine gli impegni che ci siamo prefissati e che abbiamo promesso ai cittadini all'inizio del nostro mandato e in questi anni di lavoro. In futuro la curva analitica del debito comunale, che oggi vediamo scendere a grande forza, subirà un andamento più graduale, morbido, questo non perché miriamo a un plusvalore ma perché riteniamo che sia l'economia e soprattutto la collettività a dover trarre i maggiori benefici da questa situazione. Grazie a queste basi economiche prevediamo di poter fornire un nuovo spiraglio operativo alle iniziative private e alle richieste di partnership tra pubblico e privato che verranno avanzate in futuro".

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.