10 febbraio 2014 - Ferrara, Economia & Lavoro

Economia Ferrara: largo alle imprese

Ferrara - La Camera di Commercio di Ferrara ribadisce il suo impegno verso le imprese del ferrarese che vogliono superare il momento di empasse con professionalità.

Nel 2013 è stata grande - quasi inaspettata - l'adesione ai bandi proposti dall'Ente di Largo Castello, un segnale importante di vitalità delle imprese ferraresi.

La risposta positiva alle iniziative è stata riscontarta soprattutto dai tanti imprenditori – piccoli e grandi - che hanno deciso di aumentare gli sforzi nell'innovazione e nell'internazionalizzazione, per dribblare le pene di un mercato domestico in coma profondo.

742 le imprese finanziate, oltre 1 milione e mezzo di euro investiti a fondo perduto a ed un altro milione di euro a supporto dell’accesso al credito, in collaborazione con il sistema dei Confidi: questo ha permesso alle imprese operanti nel territorio ferrarese di realizzare investimenti per oltre 17 milioni e mezzo di euro.

Tornando agli incentivi a fondo perduto, una quota di 170 mila euro è stata destinata all’innovazione, alla quale hanno avuto accesso 72 delle 82 aziende richiedenti, più della metà delle quali localizzate nel cratere del sisma. Altri 150 mila euro sono, invece, serviti alla creazione e allo sviluppo di nuove imprese, il 67% delle quali localizzato all’interno del cratere del sisma. Per favorire gli importanti processi di internazionalizzazione sono stati invece stati destinati 230 mila euro, con una preferenza da parte delle imprese per la Germania come Paese su cui puntare.

Cospicua anche la cifra destinata al turismo – 200 mila euro – per la commercializzazione, in collaborazione con la Provincia, dei pacchetti turistici, il completamento e la qualificazione del servizio a supporto dell’incoming, l’assistenza tecnica per lo sviluppo di prodotti e servizi turistici (tramite consulenze su web-marketing, marketing e pricing) e, infine, per l’animazione estiva ai Lidi di Comacchio con 7 progetti finanziati.

La cifra più importante - 800 mila euro – è però stata destinata al riavvio delle attività post terremoto (401 le aziende che hanno beneficiato del finanziamento su 494 richiedenti): in questo ambito, i finanziamenti sono andati a 149 imprese situate nel capoluogo e a 212 dell’Alto Ferrarese.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.