25 novembre 2013 - Ferrara, Cronaca, Politica

Stop al cemento, parte campagna di Legambiente

Ferrara - Legambiente Emilia Romagna ha lanciato una petizione tra i cittadini emiliano-romagnoli per chiedere alla Regione una legge che limiti il consumo di suolo.

Sono sei le proposte avanzate da Legambiente e già sottoscritte da dieci consiglieri regionali: dall'obiettivo di arrivare al consumo netto di suolo zero entro il 2030, all'obbligo di compensare il terreno vergine consumato; dall'istituzione di un osservatorio regionale sulla pianificazione, all'azzeramento dello strumento delle varianti tramite accordi di programma.

"Poco più di un anno per frenare l’emorragia di campagna in Emilia-Romagna. Questo il tempo a disposizione del Consiglio regionale, prima dell’avvio della fase pre-elettorale. - si legge nel lancio della campagna - Un anno in cui è urgente mettere in campo azioni normative contro il consumo di suolo, un tema sentito ormai trasversalmente da tutti i cittadini e presente in molti programmi elettorali, tanto di maggioranza che di opposizione, ma che finora non ha trovato attuazione. Per questo Legambiente, a fronte di un’avanzata continua del cemento, lancia una campagna di mobilitazione nei confronti della Regione, proponendo ai cittadini di far sentire la propria voce, tramite una raccolta firme e l’invio di cartoline dirette ai consiglieri per fare pressione e ottenere un provvedimento entro la fine del mandato."

Informazioni e il testo completo al sito Legambiente Emilia Romagna.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.