19 novembre 2013 - Ferrara, Economia & Lavoro

Visit Ferrara e poi muori

Ferrara - Ferrara e provincia hanno un comparto turistico che fa lavorare circa 11.000 operatori, in 3.300 imprese fra alberghi, strutture ricettive, ristoranti, musei, gallerie, guide turistiche, agenzie di viaggio e tour operator: un numero importante di persone, per un compato che riesce a raccogliere circa 5 milioni di presenze l'anno per un fatturato di circa 150 milioni di euro.

Al pari di una grande indiustria, in questo periodo anche il turismo ha però bisogno di reinventarsi, trovando nuove strategie di marketing e mettendo "in rete" i diversi soggetti che vi partecipano. A questo scopo è nato, nel maggio scorso, il Consorzio Visit Ferrara, fortemente voluto dalla Camera di Commercio di Ferrara e guidato da un CdA di imprenditori ferraresi del settore, che ha vinto il sostegno del Comune e della Provincia di Ferrara.

"Fare rete e spingere sul mercato del turismo in questo momento è l'ultima chance che Ferrara ha per trasformare la sua vocazione turistica in un business che risollevi la sua stessa economia - ha spiegato il vice presidente del Consorzio Matteo Ludergnani - Abbiamo quindi la necessità che entrino a collaborare al Consorzio quanti più soggetti possibile. Siamo a quota 44, dobbiamo arrivare ad almeno 150 entro la fine del prossimo anno."

Gianfranco Vitali, presidente del Consorzio, ha spiegato che possono partecipare alla creazione di questa rete tutte le aziende del ferrarese che fanno del turismo la loro vocazione: ognuno farà la proppria parte per costruire l'offerta turistica più adatta alle esigenze ed i trend del mercato, per promuovere e vendere i pacchetti, per costruire - nel tempo e nello spazio - l'immagine di Ferrara come bacino turistico di grandi eccellenze, anche dal punto di vista dei servizi. "Il nostro Consorzio è un unicum nel suo genere in Emilia Romagna - ha commentato - perchè siamo gli unici che vendono un intero territorio, puntando sulle sue grandi peculiarità e cercandosi di distinguere per la professionalità offerta."

Per conoscere le opportunità che l'adesione alConsorzio offre, sono stati organizzati tre incontri:

- 20 novembre a Ferrara, ore 6.00, Palazzo Bonaccossi via Cisterna del Follo

- 27 novembre a Cento,ore16.00, Casa Pannini in Corso Guercino

- 19 dicembre alle ore 16.00 Sala Polivalente San Pietro in via Agatopisto.

Venerdì 22 novembre alle 21.30 su Telestense andrà inoltre in onda un reportage sulle attività del Consorzio e di quanto è stato fatto fino ad ora, dalla partecipazione alla fiera professionale del turismo TTG-TTI di Rimini all'apertura del nuovo sito visitferrara.eu

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.

Accadde oggi

Le notizie più lette degli ultimi tre anni