13 novembre 2013 - Ferrara, Cronaca, Economia & Lavoro

Sciopero: sindacati, studenti e lavoratori in piazza a Ferrara

Ferrara - “La legge di stabilità va cambiata: di fronte alla drammatica crisi del paese, dovrebbe imprimere una svolta alla politica economica, rilanciare gli investimenti per creare lavoro, dare risposte urgenti alla condizione di lavoratori e pensionati anche attraverso un fisco più equo."

Perchè questo accada, l'Emilia Romagna scenderà in campo domani e dopodomani, 14 e 15 novembre, con 4 ore di sciopero per i settori pubblici e privati e undici manifestazioni territoriali, nell'ambito della mobilitazione nazionale indetta da Cgil, Cisl, Uil.

A Ferrara incroceranno le braccia i lavoratori del trasporto pubblico, della sanità, dell'HERA, insegnanti e studenti: tutti saranno con CGIL, CISL e UIL in piazza Municipale dalle 9.30 alle 11.00, dove si terrà l'intervento di Paolo Carcassi, segretario confererale nazionale UIL.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.

Accadde oggi