21 ottobre 2013 - Ferrara, Cento, Cronaca, Eventi

Da Renazzo al mondo, storie di emigrazione a Cento

Ferrara - “Nulla osta per il mondo. L’emigrazione da Renazzo” racconta una storia che per chi non la conosce, può avere dell’incredibile. Quante persone hanno lasciato il piccolo paese dell’Alto Ferrarese per cercare fortuna altrove? Tante. Non si direbbe, e forse i più lo ignorano, ma decine e decine di persone a cavallo tra l’Ottocento e il Novecento hanno riempito una valigia di cartone con i pochi averi che possedevano e sono partite.

Mercoledì 23 ottobre verrà proiettato “Nulla osta per il mondo. L’emigrazione da Renazzo”, alla presenza degli autori del documentario, Nicola Altieri e Gian Pietro Nadalutti, e dell'ospite d'eccezione Gian Antonio Stella. L’incontro avverrà proprio nella frazione centese, all’interno della sala polivalente parrocchiale alle 20.30.

Stella, inviato ed editorialista del Corriere della Sera, coordinerà il dibattito tra gli autori e il pubblico presente in sala. “Documentare questi viaggi avventurosi attraverso le immagini e la voce degli stessi protagonisti – scrive nelle prime pagine del volume Claudia Tassinari, assessore alla cultura di Cento e ideatrice del progetto – è stato come ricreare un tassello del nostro passato e ricomporre il tessuto sociale e culturale della nostra comunità. […] Anche nel recupero del passato si sviluppano le nostre coscienze, risiedendo la forza di un popolo nella consapevolezza della propria storia e della propria identità”.

Il film documentario, frutto di approfondite ricerche, raccoglie interessantissime testimonianze orali e scritte, aneddoti e curiosità dei protagonisti del massiccio fenomeno migratorio verso gli Stati Uniti che ha interessato la frazione centese. Un’occasione imperdibile per scoprire e approfondire una parte della nostra storia locale che però, per contesto, esperienze e epoca, rispecchia quella di un Paese intero.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.