16 settembre 2013 - Ferrara, Cultura e Spettacoli, Eventi

La storia di Ferrara e i Templari

Ferrara - I Templari, la loro storia e i legami con la città di Ferrara e la sua storia: se ne parlerà in un convegno alla sala Estense, venerdì 20 settembre alle 20,45. L'incontro vedrà riuniti alcuni dei principali esperti cittadini dell'argomento, chiamati a raccontare, con parole e immagini, i risultati delle loro ricerche, per fare chiarezza fra le tante tesi in circolazione. Il convegno, aperto alla partecipazione gratuita di tutti i curiosi e gli appassionati del tema, ha per titolo ‘Templari a Ferrara tra storia e leggenda' ed è organizzato dall'Associazione De Humanitate Sanctae Annae, in collaborazione con il Comune di Ferrara attraverso l'Ufficio Ricerche storiche, e con il sostegno di diversi enti e associazioni cittadini.

"Un lavoro di squadra - come precisato stamani in conferenza stampa dal presidente dell'Associazione De Humanitate Sanctae Annae e ‘voce narrante' della serata Massimo Masotti - che ha permesso di unire le conoscenze di vari studiosi della materia per offrire al pubblico, con un'esposizione semplice, ma precisa e rigorosa, verità poco note sulla presenza dei Templari a Ferrara".

Ad aprire la serata sarà la proiezione di un breve video realizzato da Carlo Magri "per riassumere, grazie al montaggio di diversi filmati, la storia vera e verificata dell'Ordine". Paolo Sturla Avogadri ripercorrerà invece le tappe delle sue lunghe ricerche, nate da ipotesi poi avvalorate da documenti storici, a proposito della presenza di siti templari a Ferrara, tra cui la chiesa di Mizzana. Seguirà quindi un approfondimento di Gianluca Lodi sulla figura di Guglielmo III degli Adelardi, mentre Francesco Scafuri traccerà un excursus sui luoghi cittadini legati alla storia dell'Ordine templare.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.