11 settembre 2013 - Ferrara, Cronaca, Cultura e Spettacoli

Il Meis di Ferrara prende forma

Ferrara - Il Meis / Museo Nazionale dell'Ebraismo Italiano e della Shoah prende lentamente forma: nel corso di un incontro nella mattinata di oggi in residenza municipale la Conferenza dei Servizi ha approvato positivamente il Progetto esecutivo dell'intero complesso museale.

Questo permetterà, entro la fine dell'anno, l'attivazione della procedura di appalto del primo stralcio esecutivo incentrato sul restauro dell'ex corpo delle celle di detenzione destinato ad ospitare le sale per le mostre temporanee, l'area didattica per i bambini, gli uffici e la biblioteca. Nel corso dell'incontro da parte della Direzione Regionale Beni Culturali MIBAC, del Comune di Ferrara, del Meis e degli Enti coinvolti nella realizzazione del progetto è stata espressa grande soddisfazione per questo traguardo, che giunge a soli due anni dal conferimento dell'incarico al gruppo dei progettisti vincitori del concorso internazionale di progettazione, lo Studio Scape Architettura e lo Studio Arco.

Alla riunione in Municipio erano presenti, tra gli altri, il sindaco Tiziano Tagliani, l'assessora comunale all'Urbanistica Roberta Fusari, il direttore regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell'Emilia-Romagna Carla Di Francesco, rappresentanti dello Studio Scape Architettura e dello Studio Arco, il segretario generale della Fondazione Meis Roberto Finardi, il dirigente comunale servizi Pianificazione e Progettazione Paolo Perelli e rappresentanti degli Enti e dei servizi necessari all'espressione di parere sul progetto (Arpa, Usl, Vigili del Fuoco, Consorzio di Bonifica ecc.).

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.