11 settembre 2013 - Ferrara, Cronaca, Cultura e Spettacoli, Eventi

Visita guidata al Teatro Verdi in attesa di "Smart Land"

Ferrara - Gli assessori del Comune di Ferrara, Aldo Modonesi (Lavori Pubblici) e Massimo Maisto (Cultura) hanno introdotto stamane al pubblico gli interventi di ristrutturazione in via di realizzazione nel Teatro Verdi e il programma di iniziative che si terranno dal 3 al 6 ottobre e che prevedono visite aperte al cantiere, mostre e dibattiti sul tema "riutilizzo degli spazi urbani" con amministratori locali e di altre città. L'iniziativa, che si chiama "Smart Land Teatro Verdi" avrà luogo in concomitanza con il Festival di Internazionale a Ferrara nell'ambito di un progetto di giovani architetti "Città della Cultura / Cultura della Città".

"In settimana - ha affermato l'assessore Modonesi - concluderemo gli interventi programmati messi in campo per eliminare e prevenire condizioni di degrado riscontrate in questi ultimi anni all'interno del Teatro Verdi. L'opera di manutenzione, costata circa 90mila euro, ha previsto in particolare la rimozione del guano di piccione e la sanificazione di tutto l'immobile, il ripristino delle guaine di copertura, la chiusura di tutte le aperture per impedire l'ingresso ai piccioni e la realizzazione di parapetti di sicurezza per consentire l'esecuzione di manutenzioni future". Grazie agli organizzatori delle iniziative saranno completate nei prossimi giorni pannellature, rampe e scale di accesso ad alcune parti del teatro (platea e torre scenica, 486 metri quadrati di superficie) per renderlo accessibile nelle giornate di riapertura alle visite guidate del pubblico.

"Abbiamo deciso come Amministrazione - ha spiegato l'assessore Maisto - di aderire a questa sollecitazione proveniente dal gruppo di architetti promotori delle iniziative perchè riteniamo che il dibattito sul riutilizzo di grandi spazi cittadini e la loro riapertura alla fruizione da parte della collettività è un tema che vada affrontato in modo responsabile e trasparente. Nell'incontro in programma sabato 5 ottobre avremo l'opportunità di farlo confrontando esperienze e idee di recupero di altre realtà italiane". "Siamo convinti che anche iniziative come quella che proponiamo nell'ambito del Progetto Città della Cultura / Cultura della Città - ha detto l'architetto Maurizio Bonizzi, a nome di tutti gli organizzatori - siano un valido stimolo rivolto agli amministratori locali per approfondire e realizzare percorsi possibili di nuova fruizione di spazi cittadini non utilizzati, a fronte di investimenti 'leggeri' che ricadono positivamente sulla collettività".

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.