“Cento d’Estate” pensa già al prossimo anno

Ferrara - Si è concluso la scorsa settimana il cartellone di spettacoli “Cento d’Estate” organizzato dall’Assessorato alla Cultura in stretta collaborazione con Fondazione Teatro Borgatti, con il contributo della Regione Emilia Romagna e della Provincia di Ferrara.

Trenta iniziative, tutte di forte impatto sonoro e visivo, hanno scandito in modo ritmato i mesi estivi, proponendo un percorso poliedrico all’insegna di un accattivante accostamento e contaminazione di generi. Complessivamente la manifestazione ha fatto registrare ottimi risultati di gradimento, segno che la scelta operata dall’Amministrazione si è dunque rivelata vincente e apprezzata dalla cittadinanza: la partecipazione agli spettacoli è stata costante, con una media di 180 spettatori a serata.

A questo proposito piena soddisfazione esprime l’Assessore alla Cultura Claudia Tassinari, tra i cui obiettivi primari è stato appunto la rivitalizzazione del centro storico: “La stagione estiva rappresenta da sempre un momento di svago per i cittadini ma mai come in questo frangente ha voluto assumere una funzione di rilancio del centro cittadino. Importante e soddisfacente è stata la fattiva collaborazione dei commercianti con i quali il programma è stato concertato per far coincidere le serate di spettacolo con le aperture straordinarie degli esercizi commerciali. Un invito dell’Amministrazione ed una concreta e positiva adesione degli esercenti che ci auguriamo possa proseguire in futuro”.
Menzione particolare merita infatti la seconda edizione dell’evento “Cento notti in una”, quest’anno notevolmente arricchito da numerose iniziative musicali e di intrattenimento, capace di affollare un ritrovato centro storico vitale e reso festoso anche da decine di negozi aperti.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.