10 maggio 2010 - Ferrara, Cultura e Spettacoli, Eventi

Il circo contemporaneo di 'Urban Rabbits'

Spettacolo di chiusura della stagione di prosa con i giovani artisti del Cnac

Un circo di oggi, che parla la lingua di oggi. I giovani artisti del Cnac – il francese Centre National des Arts du Cirque, la scuola di circo più importante d'Europa – porteranno in scena da martedì 11 a sabato 15 maggio (inizio alle 21) Urban Rabbits, con la regia dell’ungherese Arpad Schilling (collaborazione artistica di Adél Kollár e Marc Vittecoq; musica di Lawrence Williams). Lo spettacolo, che chiuderà la stagione di Prosa 2009/2010 del Teatro Comunale, andrà in scena in uno chapiteau, il classico tendone circense, allestito per l’occasione nell’area interna alla cinta muraria di Ferrara, in viale Orlando Furioso all' angolo con via Leopardi.

Il Cnac, che ha sede a Châlons-en-Champagne, è stato fondato nel 1986 dall’allora Ministro della Cultura francese Jack Lang. È una fucina di ingegni creativi che propone un corso universitario di due anni preparatori e tre specialistici nei quali vengono formati artisti di elevata qualità, attraverso lo studio delle discipline circensi, della musica, della danza e del teatro. Ogni anno, gli spettacoli di fine corso del Cnac vengono affidati a registi e coreografi di primo piano. Per creare Urban Rabbits è stato scelto Arpad Shilling, visionario regista ungherese fondatore della compagnia Krétakör e recentemente vincitore del XI Premio Europa Nuove Realtà Teatrali, che ha portato in scena spettacoli come Nozze di Sangue di Garcia Lorca, Baal di Brecht e Il Gabbiano di Čecov.

Lo spettatore si troverà di fronte una rete sospesa al di sopra della pista. L'acrobata che dà il via allo spettacolo volteggia infatti con straordinaria leggerezza tra la rete e un filo, teso ancora più in alto, mentre le leggi dell'equilibrio sembrano sospese. Una danza aerea che chiarisce quanto siamo lontani dalle atmosfere del circo tradizionale, ma comunque in balia della sua magia, dell'acrobazia e del virtuosismo. Mescolando frammenti di storie, Urban Rabbits disegna il ritratto a mosaico di una bizzarra comunità umana che non fa nulla come gli altri e mette in discussione il nostro modo di vivere insieme.

Prezzi: 26 euro (intero) e 21 euro (ridotto). Per i giovani entro i 30 anni sconto del 50% sul prezzo del biglietto intero. E' previsto inoltre un ingresso famiglia: biglietto omaggio per ogni bambino sino a dodici anni accompagnato da un adulto. Grazie al sostegno di Alliance Francaise, in occasione delle rappresentazioni di Urban Rabbits in programma venerdì 14 e sabato 15 maggio, sarà attivo un servizio gratuito di navetta da Bologna per Ferrara e ritorno. Per usufruire del servizio è necessario prenotarsi telefonicamente (0532 218332) o via e-mail (promoinfo.teatro@comune.fe.it). Partenza da Bologna: ore 19.30, fermata provvisoria Fer, Piazza Martiri, angolo via dei Mille. Ritorno a Bologna: al termine dello spettacolo. I soci di Alliance Francaise hanno diritto al biglietto ridotto per lo spettacolo Urban Rabbits.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.

Accadde oggi