7 maggio 2010 - Ferrara, Cronaca

Investe quattro persone e scappa

Durante la fuga si imbatte in una pattuglia della Polizia e viene arrestato

Due madri con i rispettivi figli, mentre attraversavano le strisce pedonali, sono state le vittime di due incidenti stradali provocati nella mattinata di ieri a Ferrara. Il responsabile è un pugliese residente a Ferrara, successivamente risultato positivo agli oppiacei e alla cocaina, dopo essere stato sottoposto in ospedale agli accertamenti clinici di rito, che con la propria autovettura, una Opel Agila, ha prima investito madre e figlio ucraini (lei del ’60 e il bambino del ’98) dandosi poi a una fuga precipitosa e travolgendo successivamente madre e figlio rumeni, lei dell’84 e il piccolo del 2005.

Nell’ulteriore tentativo di fuggire alle proprie responsabilità, si è imbattuto però in una pattuglia delle Volanti che, come tutte le altre forze di polizia, aveva ricevuto la nota di ricerca dell’autovettura a bordo della quale viaggiava l’uomo, bloccandone definitivamente la folle corsa. Ciò che ha permesso il brillante risultato, è frutto del tempestivo coordinamento e della sinergia degli interventi messi in atto contemporaneamente dalla Polizia Stradale, dalle Volanti e dagli agenti della Polizia Municipale, che hanno assicurato alla giustizia, in una normale giornata di lavoro operativo, un vero e proprio pericolo per la pubblica incolumità.

Tutte le fasi che hanno visto impegnati gli agenti, dal rilievo degli incidenti alla verbalizzazione dei testimoni, dall’ispezione del mezzo al controllo della persona (sono stati rinvenuti fiala, siringa e laccio emostatico che non hanno lasciato dubbi sull’utilizzo), ma prima fra tutte il soccorso alle vittime, hanno tempestivamente portato alla cattura del pirata della strada che oltre ad avere la patente scaduta, e una già precedentemente revocata, è incorso in tutta una serie di infrazioni al codice della strada, che hanno provocato all’undicenne ucraino un politrauma e trauma contusivo del terzo dito della mano sinistra e del ginocchio destro (con prognosi di sette giorni), al bambino rumeno di quattro anni un politrauma della strada con prognosi di due giorni.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.