25 luglio 2013 - Ferrara, Economia & Lavoro

Dall' innovazione la spinta alle imprese di Ferrara

Ferrara - La Camera di Commercio di Ferrara punta sull'innovazione al servizio delle imprese. Sarà presto operativo, nelle prime settimane di settembre, il bando da 200.000 con l'obiettivo di favorire sempre più l’incontro tra la domanda di innovazione espressa dal sistema delle imprese e le risposte messe in campo dal mondo della ricerca.

I dati dell’Osservatorio dell'economia dell'Ente di Largo Castello, del resto, parlano chiaro: a Ferrara esistono oltre 1.200 imprese attive nei settori di avanguardia ed altre 200 in predicato, nel breve periodo, di ottenere risultati eccellenti in termini di realizzazione di nuovi prodotti o di miglioramento (e risparmi) dei processi industriali.

“C'è una via obbligata per uscire dalla crisi – ha evidenziato il presidente della Camera di Commercio, Carlo Alberto Roncarati - ed è quella di innovare prodotti, processi produttivi ed assetti organizzativi. Ma per finanziare e sostenere l'innovazione – ha aggiunto il presidente - un tessuto imprenditoriale frammentato e impostato sulla piccola dimensione come quello ferrarese deve seriamente pensare di dare vita il più rapidamente possibile a un sistema di reti d'impresa capace di raggiungere la massa critica necessaria a riposizionare il made in Ferrara sui mercati emergenti”.

Secondo l’indagine dell’Ente di Largo Castello, le imprese innovative a Ferrara sono 1.238 (il 3,6% del totale), un dato in crescita dell’1,8% rispetto al 2011. Tra i settori che pesano di più: la produzione di software e consulenza informatica (354 imprese), ingegneria e collaudi (147 imprese). Generalmente di piccole dimensioni (69%) e spesso individuali, con meno di 5 anni di vita (15%), attive soprattutto in settori manifatturieri hi-tech e nell’ICT.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.