7 maggio 2010 - Ferrara, Cronaca

Cocaina, arrestato lo spacciatore dei giardini

Piazzava fino a 30 dosi al giorno per un valore di 700 euro

È stato finalmente rintracciato M.O., 24enne nigeriano, ricercato per spaccio, e già colpito da ordinanza di custodia cautelare in carcere. L’ordinanza era stata emessa dal gip Piera Tassoni del tribunale di Ferrara per spaccio di sostanze stupefacenti. L’indagine a carico di M.O. è iniziata nel mese di ottobre 2009 nell’ambito di un’attività investigativa finalizzata a contrastare il fenomeno dello spaccio di cocaina nei giardini di via Piave e zona via Porta Catena da parte di alcuni cittadini nigeriani. Nei mesi di dicembre 2009 e gennaio 2010 c’erano stati i primi arresti. M.O. non era stato rintracciato ed era ricercato, in quanto ritenuto spacciatore attivo proprio nella zona della stazione, compresi i giardini di via Piave, dove era stato notato dagli investigatori diverse volte. Molto conosciuto dai clienti consumatori per la sua simpatia e disponibilità, M.O., a fronte delle numerose richieste, applicava anche sconti ai clienti più bisognosi. Ultimamente aveva spostato la sua attività di spaccio nei giardini di via Piave – Ticchioni , zona notoriamente conosciuta per spaccio di cocaina da parte di nigeriani - e per questo oggetto di lamentela dei residenti -, piazzando fino a 30 dosi al giorno per un valore di 700 euro quotidiani. Ieri, verso sera, il pusher si stava recando ai giardini per iniziare il suo cosiddetto “turno di lavoro”, quando è stato fermato dai carabinieri. A seguito delle formalità di rito, M.O. è stato infine accompagnato alla locale casa circondariale. Con l’arresto di ieri, gli investigatori della squadra mobile assicurano che continua l’attività di contrasto al fenomeno dello spaccio proprio in quella zona da parte degli investigatori

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.