15 luglio 2013 - Ferrara, Cronaca

Brutti ma buoni per le famiglie di Ferrara in difficoltà

Il progetto contro gli sprechi alimentari, all'insegna della solidarietà

Ferrara - Per il quarto anno consecutivo è stato firmato e quindi rinnovato stamane un protocollo d'intesa per sostenere nella difficoltà i bisogni delle famiglie di Ferrara.

A sottoscrivere la nuova formula del progetto "Brutti ma buoni" contro lo spreco alimentare, l'assessore del Comune di Ferrara, Chiara Sapigni, e i rappresentanti di Cooperativa Estense e Agire sociale CSV Ferrara.

Grazie al progetto nei primi sei mesi del 2013 i punti vendita ferraresi di Coop Estense hanno donato 464mila euro di beni, di cui 425 mila euro in prodotti alimentari (il restante in non alimentari). Nello stesso arco temporale le donazioni dei negozi Il Castello, Le Mura e Nuovo Doro hanno servito 20 associazioni - principalmente mense e parrocchie che distribuiscono pacchetti alimentari, case famiglia e di accoglienza - che a loro volta hanno assistito 4650 persone bisognose.

L'iniziativa, che coinvolge anche il territorio provinciale, oltre a voler fornire ad un numero più ampio possibile di soggetti un supporto per situazioni di effettivo bisogno, si connota anche come un percorso di lotta allo speco, di riduzione dei rifiuti e di educazione al consumo critico, per la valorizzazione della forza di collaborazione e delle reti territoriali rivolte alla solidarietà sociale.

"Questo progetto, che si sta diffondendo ulteriormente nel nostro territorio anche per prodotti diversi, contribuisce a contrastare lo spreco, da sempre un'azione che ha forti implicazioni ambientali - ha affermato l'assessore all'Ambiente Rossella Zadro, presente all'incontro - Ma, oltre a quelli ambientali sono molti altri i vantaggi di questo percorso per tutti i soggetti della rete. In particolare all'azienda che dona viene garantito uno sconto sulla TIA, per lei quindi non si parla di filantropia bensì di responsabilità sociale d'impresa; ma anche l'Amministrazione comunale beneficia dell'efficacia di questa rete di solidarietà, perché parzialmente sollevata dall'aggravio economico per il sostegno di soggetti in difficoltà".

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.