6 maggio 2010 - Ferrara, Cronaca

Fermato giovane veneto, spacciava nei parcheggi

Sequestrati 20 grammi di eroina e circa 1 grammo di hashish

Aveva ormai consolidato la sua tecnica di spaccio tra clienti che giungevano in auto nei parcheggi di vari supermercati. Un giovane della provincia di Rovigo è stato arrestato ieri dai poliziotti della squadra mobile della questura di Ferrara: al termine di un’indagine, si erano appostati nel parcheggio del centro commerciale “Le Mura”, alle porte di Ferrara. Erano sicuri di trovarlo, quando hanno preparato l’appostamento nel pomeriggio. Dall’arsenale della Mobile gli agenti hanno tratto due delle armi più utilizzate nei loro servizi: la vista allenata da anni di esperienza e il discernimento pressoché chirurgico, tutto quello che gli avrebbe permesso di isolare il pusher ed i clienti dall’incessante traffico di persone negli orari di apertura al pubblico. E' stato così che gli uomini dell'Antidroga hanno fermato lo spacciatore giunto in auto in attesa di un cliente. Nel corso della perquisizione gli sono stati trovati addosso venti grammi di eroina, in parte già suddivisa per la vendita, poco più di un grammo di hashish e poi telefoni cellulari, denaro, bilancia di precisione….tutto l’occorrente per la professione. Agli agenti hanno quindi verbalizzato l’attività in ufficio e il giovane è stato accompagnato in carcere. Dovrà rispondere di detenzione a fini spaccio di sostanze stupefacenti.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.