17 giugno 2013 - Ferrara, Cronaca

Tre "coltivatori diretti" di marijuana in manette

Ferrara - Tre giovani di origini campane sono stati arrestati sabato dai Carabinieri di Ferrara per la coltivazione di piante di marijuana e detenzione a fini di spaccio di stupefacente in concorso.

I tre sono stati "intercettati" dai militari grazie a qualche segnalazione e quando, nella mattina di sabato, i militari si sono presentati alla porta della loro abitazione di via Angelini non hanno nemmeno provato a dissimulare.

Questi studenti fuori sede, R.A., 24 anni, C.F. 23 anni e il 24enne I.M., avevano messo in piedi una coltivazione in piena regola: in fondo al corridoio dell'appartamento, in particolare, dietro la porta di quello che dall’esterno appariva perfettamente come un comune armadio, celava in realtà uno spazio creato e dedicato a vera e propria “serra” per la coltivazione della marijuana. Lampade, terriccio e tre piante alte e rigogliose anziché pantaloni e camicie sono infatti le cose che sono apparse ai militari all’apertura delle ante.

Su un balcone, poco distante, un’altra bella pianta alta circa un metro era lì a fare da cornice. Nel mezzo, di tutto e di più. Persino in cucina, sul tavolo, c’era un bicchiere con dell’acqua ed una piantina di marija. Sostanzialmente, in ogni angolo della casa spuntava un qualche contenitore o barattolino contenente marijuana.

Il "prodotto" sequestrato è nel complesso costituito da 400 grammi di marijuana e 4 piante, olte la piantina della cucina, ma quello che ha fatto mettere in allarme gli nquirenti è che i tre fossero forniti di tutto l’occorrente per la coltivazione e per il confezionamento, la pesatura e la triturazione della sostanza. Insomma una vera e propria fabbrica attrezzata in tutto e per tutto.

Aspetto saliente, a dimostrazione che la coltivazione (già reato di per se) non fosse poi destinata all’uso esclusivo dei tre amici, è il ritrovamento di un foglio manoscritto ed un tablet ove sono annotate, con dovizie di particolari, quantità, qualità, debiti e crediti. Un’attività fiorente a quanto pare: sul tablet i carabinieri hanno persino ritrovato i commenti sulla qualità della sostanza oltre agli appuntamenti per le cessioni.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.