22 maggio 2013 - Ferrara, Sport

Mobyt: a segno anche la seconda sfida play out

Ferrara - La Mobyt vince anche la seconda partita dei Play Out contro EnoAgrimm San Severo e guarda già alla partita fuori casa: intenzione della sqadra è di provare a chiudere subito i conti in Puglia.

Meno timida di domenica scorsa, San Severo ha dato filo da torcere ai biancoverdi, specie in inizio partita. Poi la Mobyt si è svegliata e, passo dopo passo, usando una difesa di granito, con soli 6 punti concessi a San Severo nel secondo parziale, passa avanti e non molla più la presa.

Nel computo complessivo, bella vittoria e bella serata, grazie anche all’atmosfera da post season che si respirava al PalaCarife. Il 2 a 0 è buona cosa, ma da venerdì in Puglia si annuncia una dura battaglia.

Dagli spogliatoi parla il presidente Fabio Bulgarelli: “Bravi i ragazzi. E stata una partita vera, difficile, per nulla scontata. E l’abbiamo vinta con la testa e con il cuore. Questa squadra sta dimostrando di avere un’anima; e stasera devo dire che sono stati molto bravi anche i nostri giovani, segno che ognuno ci sta mettendo del suo per tagliare il traguardo”.

Lucido coach Furlani nelle sue interpretazioni del match: “Abbiamo iniziato male, perché volevamo sbranarla la partita: c’era troppa ansia da prestazione e non riuscivamo ad eseguire i giochi fino in fondo. Sì, ci siamo spaventati, anche per via del pathos e dell’energia che San Severo ha saputo mettere in campo. Poi siamo riusciti a sbloccarci; il vantaggio, numerico e psicologico, di fine secondo quarto ci ha dato quell’abbrivio che poi si è rivelato determinante”.

Piace che a turno, nelle due sfide, siano usciti fuori protagonisti diversi in casa Mobyt: “In una serie lunga e ristretta nei tempi c’è bisogno di tutti: domenica Castelletta aveva dato tanto, stasera Casati ha avuto un bell’approccio ed è entrato in clima subito. Questo avviene perché all’interno della squadra tutti hanno il rispetto di tutti".

Previsioni per la trasferta a San Severo: “Per noi era importante andare sul 2 a 0: ora non abbiamo l’obbligo di vincere, mentre la pressione l’abbiamo trasferita a loro. Aspettiamoci ancora più consistenza da parte dell’EnoAgrimm: hanno grandi risorse tra gli esterni e sono tosti sotto canestro”.

Giulio Gazzotti, protagonista in campo, ha raccontato: “Domenica ero contento per la vittoria, ma non soddisfatto di me. Se stasera sono andato meglio, il merito è del coach e dei miei compagni, che mi hanno dato fiducia e hanno continuato a servirmi la palla dove potevo fare cose buone. San Severo è una buona squadra; oggi l’hanno messa sul fisico. Hanno esterni atletici, e lì sotto il giocatore più ingombrante del campionato, Iannilli. Siamo sereni, ma non andremo in Puglia in ciabatte. Meglio chiuderla là e non ritornare a Ferrara per gara cinque”.

 

MOBYT FERRARA - ENOAGRIMM SAN SEVERO 71 - 60

Parziali: 9-16; 33-22; 50-40.

 

MOBYT FERRARA: Casati 3, Gazzotti 10, Brandani ne, Cortesi 8, Campiello 8, Ferri 16, Castelletta, Benfatto 15, Spizzichini 8, Circosta 3. All.re Furlani.

ENOAGRIMM SAN SEVERO: Mirando, Gueye 9, Sirakov 2, Iannilli 12, Maggio 7, Zampolli 14, De Paoli 6, Del Brocco ne, Scarponi 10, De Letteriis ne. All.re Corpaci.

 

DNA - Gara2 Play out 21-05-13

Mobyt Ferrara - EnoAgrimm San Severo 71 60

U.S. Basket Recanati - Liomatic Perugia

Liomatic Group Bari - Benacquista Ass. Latina 71-69

Dinamica-DWB Mirandola -  BLS Chieti 70 63

 

Prossimo appuntamento: EnoAgrimm San Severo - Mobyt Ferrara 24-05-2013 - ore 21:15 al Palasport Comunale Falcone Borsellino di San Severo

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.