4 maggio 2013 - Ferrara, Cento, Cronaca, Economia & Lavoro

A Cento la benzina costa di più

Ferrara - Il Responsabile ATC, Antonino Barbagallo, in una nota alla stampa denuncia una inspiegabile differenza di costi dei carburanti.

"La benzina - termine che per comodità comprende anche il gasolio, gpl e mettano, a Cento sta subendo una ingiustificata accelerazione rispetto a Ferrara e Bologna - spiega Barbagallo. Il perché a Cento il del carburante costi oltre 20 centesimi in più rispetto Ferrara, secondo quanto espresso nel comunicato, non troverebbe alcuna giustificazione.

"Basti guardare cosa succede per il gpl e mettano: questo carburante è aumentato dovuto al prezzo che viene praticato dalle compagnie petrolifere e da sottolineare che Tamoil, Agip, Eis e due pompe bianche hanno lo stesso prezzo a Cento e dov è la concorrenza? - chiede il Responsabile ATC - Si tratta di prezzi senza giustificazione, riguardo ai quali ci auguriamo che le autorità competenti possano fare qualcosa. Una delle scelte migliori per “risparmiare” è quella di non sedersi alla guida o comunque non distrarsi durante il rifornimento. Che il prezzo della benzina sia troppo alto è un dato di fatto di cui tutti gli automobilisti italiani sono perfettamente a conoscenza. Solo che ora è stato accertato che la benzina italiana è la più cara d'Europa! Il caro carburante sta assillando la gente e gli automobilisti sono veramente vessati da dei rincari che indiscriminatamente li colpiscono a fronte, però di stipendi che non sono stati per nulla ritoccati al rialzo, anzi, perdono sempre più il potere di acquisto e per questo aumentano le segnalazioni dei cittadini Centesi che protestano".

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.