30 aprile 2013 - Ferrara, Cronaca, Eventi

Il 1° maggio dalla parte dei lavoratori

Ferrara - Giovanni Paglia, Deputato SEL e Coordinatore regionale SEL Emilia-Romagna, domani, per la Festa del Lavoro, ha scelto di essere a Copparo con i lavoratori della Berco e con la Fiom e non a Bologna, in piazza con sindacati e imprenditori (leggi articolo).

"Non condivido il palco di Bologna, con sindacati e imprenditori.Il 1 maggio sarò a Copparo, insieme alle lavoratrici e ai lavoratori della Berco e alla FIOM dell'Emilia-Romagna - ha spiegato Paglia - Ritengo infatti un mio dovere essere vicino nel giorno della Festa del Lavoro ad un nodo della crisi che stringe il nostro paese, e che ancora una volta si manifesta con l'inaccettabile pretesa di una multinazionale di smantellare un'eccellenza del nostro sistema industriale. A questo proposito ho presentato un'interrogazione al Ministro dello Sviluppo Economico, per sapere come intenda muoversi a tutela della continuità produttiva dell'azienda. Sarò a Copparo anche perché non posso essere a Bologna, perché non condivido l'idea che la piazza del 1 maggio sia consegnata alla presenza congiunta di sindacati e associazioni imprenditoriali. È un errore, e lo dico da lavoratore prima che da parlamentare, perché la ricerca di una via condivisa di uscita dalla crisi non può essere portata al punto da far credere che esista un interesse unico e convergente fra impresa e lavoro. Non è infatti l'ideologia, ma la realtà quotidiana a dire che la recessione ci rende ogni giorno non più uguali, ma piùdistanti, e che in questa distanza, che ricette come quelle proposte da Confindustria acuiscono, è il centro del problema. Per questo credo che il 1 maggio debba essere sempre più una giornata di unità di un mondo del lavoro sempre piùframmentato, e non una vetrina per impossibili, ipotetiche alleanze dei produttori".

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.

Accadde oggi

Le notizie più lette degli ultimi tre anni