29 aprile 2013 - Ferrara, Cento, Cronaca, Terremoto Emilia

Il 1° maggio alla Ceramica Sant’Agostino

Ferrara - “Un coro oltre il terremoto” fa memoria della tragedia che ha colpito il Comune di Sant’Agostino animando la celebrazione solenne che si terrà mercoledì primo Maggio alle 11 presso la Ceramica Sant’Agostino, Messa presieduta dell’Arcivescovo di Bologna Card. Carlo Caffarra.

Un evento organizzato dalla Curia bolognese e dai proprietari delle ceramiche santagostinesi ad un anno dal drammatico evento sismico che ha flagellato le terre del ferrarese, bolognese e modenese, e che proprio in questa azienda ha subito il lutto di due dipendenti che nella tragica notte erano al lavoro.

“Un avvenimento al quale abbiamo aderito con entusiasmo – spiegano i soci della neo costituita associazione “Un coro oltre il terremoto” – perché è dalla volontà di ricominciare, di superare il nostro dolore che le sei corali aderenti al progetto (Penzale, la Rocca, San Biagio di Cento, Corale di Pieve di Cento, Coro Santa Cecilia di Castello d’Argile e Coro Polifonico di Sant’Agostino) si sono unite per portare questo messaggio nelle altre Diocesi con uno scopo ben preciso: ricostruire le nostre Chiese, i nostri organi musicali, per ridare speranza a tutti noi che ci siamo ritrovati senza più punti di riferimento, con in mano solo ricordi ma con la forza di volere andare oltre”.

Il Coro sarà diretto da Daniele Proni con l’accompagnamento all’organo di Andrea Bianchi. Il coro unito si è per la prima volta esibito nella Cattedrale di San Pietro a Bologna e recentemente ha portato il canto nelle celebrazioni liturgiche della Chiesa di San Lorenzo a Genova, riscontrando enorme successo e tantissima solidarietà.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.