18 aprile 2013 - Ferrara, Cronaca, Economia & Lavoro

Tagliani scrive alla Telecom: "vi abbiamo sempre favoriti"

Ferrara - Il Sindaco Tagliani, dopo aver incontrato una delegazione di operatori del Call Center del servizio 187 di Telecom Italia, ha scritto alla Direzione Amministrativa esprimendo il proprio disappunto per la chiusura di tale servizio.

Con la nota il Sindaco chiede di rivisitare la decisione presa trovando alternative diverse sempre nella città di Ferrara. "Come città non possiamo rimanere indifferenti dinanzi all'ennesimo atto di "disattenzione" da parte di importanti aziende italiane che, senza alcun preavviso e dopo moltissimi anni di presenza sul nostro territorio, decidono di chiudere tutto creando innumerevoli difficoltà ai propri lavoratori: in questo momento cosi difficile e delicato si verrebbe a creare un grave problema occupazionale per i 26 operatori di una attività lavorativa essenziale per la loro vita. Le due alternative che avete proposto (o essere trasferiti a Bologna, o accettare il telelavoro ) obbligheranno molti di loro, considerando l’alto numero di donne e i due portatori di handicap, ad un inevitabile licenziamento. Questa vostra decisione viene anche letta da tutti gli ottanta lavoratori impiegati presso la vostra società come un primo passo per una chiusura del servizio in città: un territorio che ha sempre favorito l’azienda Telecom anche nel trovare soluzioni a vostri problemi tecnologici e di impianto. Vi ricordo, a titolo di esempio, la contestata ed invasiva antenna sita nella zona di Via Bologna che rappresenta un elemento di grave deturpazione del paesaggio urbano in una città patrimonio dell’Unesco."

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.