26 marzo 2013 - Ferrara, Economia & Lavoro

La Segest cambia rotta

Ferrara - L'Ufficio Comunicazione della Segest ha reso noto che la società condividerà con dipendenti e collaboratori il 20% dell'utile netto della società.

«Serve una svolta – spiega il presidente Paolo Bruschi – nel momento che sta affrontando il Paese, e così dall’esercizio 2013 applicheremo questo principio di condivisione. Pensiamo, che la partecipazione agli utili di impresa possa e debba essere un segnale forte in questa direzione, e non è un caso che abbiamo deciso di includere nel progetto anche i collaboratori, simboli stessi del precariato».

«Abbiamo faticato non poco, tra sistemi di ripartizione e normative bizantine, a trovare le modalità per attuare questa decisione – ammette Bruschi –. Saremmo dunque lieti di condividere la nostra esperienza, e la strada che stiamo tracciando riteniamo possa essere interessante anche per la legislatura che nasce: ad esempio, ipotizzando nuove norme in materia, con il riconoscimento di uno sgravio contributivo annuale proporzionato agli utili a premio per il personale».

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.