26 febbraio 2013 - Ferrara, Cronaca

Imposta di soggiorno passa in Giunta

Ferrara - Ha ottenuto oggi il via libera della Giunta il Regolamento comunale, che contiene anche l'approvazione dell'applicazione della Imposta di soggiorno.

I proventi serviranno a finanziare interventi comunali per il turismo e per la manutenzione dei beni culturali e ambientali, oltre che per i servizi pubblici locali. Andrà in vigore dal prossimo 1 giugno per gli ospiti delle strutture ricettive del territorio comunale.

Il Regolamento proseguirà ora il suo iter con il passaggio alla Commissione consiliare competente e l'approdo in Consiglio comunale, dopo le consultazioni con le associazioni di categoria.

L'imposta dovrà essere corrisposta per ogni pernottamento, fino a un massimo di dieci consecutivi nella stessa struttura, e sarà commisurata alla tipologia e classificazione (in 'stelle', 'soli', 'spighe', ecc) delle strutture, con importi che saranno stabiliti da un nuovo provvedimento di Giunta.

Saranno esenti dal pagamento, tra gli altri, i minori fino al compimento del dodicesimo anno d'età, i ricoverati in strutture sanitarie del territorio e i loro accompagnatori, gli autisti di pullman e gli accompagnatori turistici di gruppi organizzati in visita alla città e gli appartenenti alle forze di polizia in servizio.

L'introduzione dell'imposta è stata decisa dall'Amministrazione comunale a seguito delle recenti riduzioni di trasferimenti statali, per garantire il mantenimento e il miglioramento dei servizi alla città e per investire nella conservazione del patrimonio monumentale e nell'organizzazione di eventi culturali in grado di incentivare gli afflussi turistici verso Ferrara.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.