15 febbraio 2013 - Ferrara, Cronaca, Politica, Sport

Sport e Politica a Ferrara: si cerca una tregua

Ferrara - Dopo la polemica sulla presenza di Josefa Idem - candidata alle elezioni per il PD - ad una manifestazione del CONI di Ferrara (leggi articolo), Luciana Boschetti Pareschi, Delegato provinciale Coni, scrive alla stampa.

"In un momento storico in cui è quanto mai necessario porsi responsabilmente di fronte agli eventi, e di fronte alle numerose sollecitazioni ricevute dalle società sportive, ci sentiamo in dovere di rendere conto di quanto è avvenuto in relazione alla visita di Josefa Idem del 12 febbraio a Ferrara, portando a conoscenza del mondo sportivo i sotto indicati oggettivi elementi di valutazione tramite questa nostra lettera aperta.

1) Josefa Idem è parte integrante del CONI in quanto eletta nel Consiglio Nazionale.

2) L’ex sede del Comitato Provinciale ospita anche il Centro Studi degli Insegnanti di Educazione Fisica e cioè coloro a cui era rivolto l’invito per il dibattito sullo sport delle ore 13,00.

3) L’intervento politico programmato dal PD era quello delle ore 17:30. Pertanto – vista la caratura del personaggio, l’incarico di cui sopra e le competenze in ambito sportivo – è di facile comprensione per chiunque intuire che l’eventuale iniziativa presso il CONI rappresentava questo suo mondo.

Come spiegato a più riprese a chi ha alimentato una polemica inesistente se a Ferrara fossero transitati per motivi elettorali atleti del calibro di Valentina Vezzali, Emanuela di Centa, Antonio Rossi avrebbero avuto la stessa accoglienza e la medesima considerazione.

4) Semmai ci fosse stata la volontà di “sponsorizzare” una parte politica si sarebbe indirizzato anche quel settore all’iniziativa organizzata dal PD in quanto avrebbe avuto maggior risalto il “marchio di fabbrica”.

Al Coni, al suo Delegato ed al suo Staff Tecnico invece interessa lo Sport in senso trasversale e questo necessariamente esula dall’ambito politico.

Non ci meraviglia che questo concetto non sia per nulla compreso ed infatti, non a caso, per tutta la politica in Italia lo Sport è alla stregua dell’ultima “ruota del carro”. A nostro parere sarebbe molto più opportuno ci si adoperasse affinché se ne parli di più anziché polemizzare su chi cerca di mettere i riflettori su questo argomento con credito e competenza.

Queste “misere” battaglie politiche non solo non interessano a chi opera nello sport ma servono solo ad allontanare ulteriormente i volontari che vi lavorano con grande passione ed enormi sacrifici.

5) L’unico atto concreto ottenuto da chi ha iniziato e alimentato ulteriormente la polemica è stato che per ovvi motivi di opportunità, intesi come l’assoluta volontà di placare sul nascere discorsi inutili che ci avrebbero allontanato dai nostri obiettivi, il PD ha dovuto far sua anche questa iniziativa traendone innegabili benefici. In pratica chi ha polemizzato come premio ha ottenuto esattamente il contrario di quanto auspicava.

Ritenendo definitivamente chiusa questa sterile discussione speriamo vivamente che ci si ricordi dello Sport anche dopo le elezioni".

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.