7 febbraio 2013 - Ferrara, Cronaca

Ricerca e sviluppo: il nuovo Tecnopolo di Ferrara

Ferrara - Ieri mattina l'Assessore comunale ai Lavori Pubblici e il Rettore dell'Università di Ferrara, insieme ai responsabili tecnici hanno fatto un sopralluogo al cantiere del nuovo "Tecnopolo" di Ferrara.

I lavori, affidati all'associazione temporanea delle imprese Reale ed Elektra (Rovigo) e Moretti (Ferrara), sono partiti nell'estate scorsa e la conclusione è prevista nell'inverno 2013.

Ferruccio Lanzoni, responsabile del Servizio Edilizia del Comune ha illustrato alcuni dettagli tecnici dell'edificio mentre Rita Fabbri, vice responsabile del laboratorio universitario TekneHub, ha sottolineato l'impostazione organizzativa di un polo tecologico che metterà in campo le risorse umane - una ciquantina di ricercatori di varie discipline - e le sinergie di importanti settori dell'ateneo ferrarese.

L'edificio sarà disposto su un solo piano e sarà composto da due ali disposte a 90 gradi. Il progetto, finanziato con fondi di Regione e Comune, è attualmente in fase di costruzione nell'area tra via Saragat e via dello Zucchero.

La realizzazione è frutto dell'accordo di programma che nel 2011 ha visto la firma della convenzione fra da Comune, Provincia, Regione e Università di Ferrara, nell'ambito della Rete Alta Tecnologia, organizzata in Aster (Associazione Scienza e Tecnologia dell'Emilia Romagna).

La spesa di 2.600.000 euro prevista per la sua costruzione è stata infatti finanziata per la quota di 1.820.000 euro con fondi europei Fesr a disposizione della Regione Emilia Romagna, mentre la restante quota di 780.000 euro è a carico del Comune, che vi ha provveduto con prestito della Banca Europea per gli Investimenti. A costruzione ultimata l'edificio resterà di proprietà dell'Amministrazione comunale che ne affiderà la gestione all'Università con una concessione pluriennale.

Il nuovo Tecnopolo ospiterà in particolare attività di ricerca industriale e trasferimento tecnologico nell'ambito della conservazione, del recupero e del restauro dei beni culturali, paleontologici ed archeologici, con approfondimenti su metodi, tecnologie, strumenti, materiali e tecniche.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.