Ferrara e il suo territorio: un rapporto complesso

Ferrara - Mercoledì 6 febbraio nell’aula magna “Luciano Chiappini” dell’istituto tecnico agrario statale F.lli Navarra (piazzale Chiappini, 3 a Malborghetto di Boara) si terrà una mattinata di studio e confronto sull'importanza di coniugare agricoltura e paesaggio culturale.

Questa è infatti la finalità di un progetto, inserito all’interno del Piano di gestione del sito Unesco “Ferrara, città del Rinascimento e delta del Po con le delizie estensi”, riconosciuto ufficialmente in due momenti nel 1995 e nel 1999.

I lavori inizieranno alle 9,30 con i saluti della dirigente della scuola, Roberta Monti, e del presidente della fondazione Navarra, Pier Carlo Scaramagli. A seguire gli interventi di Marco Borella, responsabile della valorizzazione del sito patrimonio Unesco, Franco Dalle Vacche, presidente del Consorzio di bonifica di Ferrara, Giuseppe Castaldelli, ricercatore dell’Università di Ferrara, e di Maurizio Andreotti, del cda della fondazione Navarra.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.