1 febbraio 2013 - Ferrara, Comacchio, Cento, Economia & Lavoro

9.700.000 euro per agriturismo e rinnovabili

Ferrara - Fino al 29 marzo, per le aziende agrituristiche dell’Emilia-Romagna e per chi vuole investire in energie rinnovabili, sono aperti i bandi provinciali per l'accesso ai fondi messi a disposizone dalla Regione Emilia Romagna.

Grazie ad economie realizzate sui precedenti bandi provinciali, si riaprono infatti i termini per presentare domanda di finanziamento per la costruzione o l’ampliamento di agriturismi e per realizzare impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili della potenza massima di 1 Mw.

A disposizione ci sono complessivamente risorse per 9.76I.000 euro nell’ambito del Programma regionale di sviluppo rurale 2007-2013.

“Si tratta di un’opportunità importante per gli imprenditori agricoli che vogliono diversificare la propria attività investendo in due settori in crescita come quello del turismo rurale e delle energie rinnovabili - ha detto l’assessore regionale all’agricoltura Tiberio Rabboni, che ha ricordato “che per le rinnovabili la priorità va alla realizzazione di impianti fotovoltaici sui tetti con sostituzione delle coperture in amianto e che una volta assegnate queste risorse bisognera' attendere la nuova programmazione europea 2014-2020 per ulteriori finanziamenti a sostegno degli agriturismi e delle rinnovabili agricole".

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.

Accadde oggi