17 gennaio 2013 - Ferrara, Cultura e Spettacoli, Eventi

Il Presidente dell'Ente Palio di Ferrara ha già un nome?

Ferrara - E' stato finalmente sciolto il nodo delle candidature a Presidente dell'Ente Palio. Su proposta della Contrada di San Benedetto, sottoscritta anche delle altre sette Contrade del Palio di Ferrara, è stato fatto il nome di un candidato che vede tutti concordi: a concorrere per il prestigioso incarico sarà Giambaldo Perugini.

Massaro della Corte Ducale e già Vicepresidente dell'Ente Palio nel biennio 2004/2006, Perugini è da sempre impegnato nel mondo del Palio, del quale dice "E' la mia casa, la mia famiglia".

Ieri infatti, nella sede dell’Ente Palio, in via Mortara, si è tenuto un incontro fra i Presidenti delle otto contrade e della Corte Ducale, alla presenza dell'Assessore al Palio dott. Aldo Modonesi. Tutte le otto contrade hanno dunque sottoscritto la richiesta di ammettere nella elezione  alla presidenza dell'Ente Palio per gli anni 2013-2015  Perugini, che si è detto onorato della indicazione unanime dei dirigenti delle contrade. 

Perugini ha accettato di candidarsi alla presidenza dell'Ente, confidando che la ritrovata unità di volontà e di intenti delle contrade non potrà che permettere al Palio stesso di superare ogni difficoltà, forte dell'essere una insostituibile presenza nel tessuto e nella realtà ferrarese.  

Le elezioni si terranno domani nella sede provinciale dell’Avis in corso Giovecca. A votare sarà il Consiglio Superiore delle Contrade, che è formato da due rappresentanti per ogni Borgo e Rione e un rappresentante per la Corte Ducale. A questi si aggiungono i sei soci fondatori dell'Ente.

Qualche giorno fa era circolato anche il nome di Romano Marzola, membro del comitato organizzatore del Palio. La sua candidatura non aveva però convinto tutte le otto Contrade.

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.