7 gennaio 2013 - Ferrara, Cronaca, Politica

Indagine Terremerse: perchè Errani è stato assolto

Ferrara - Sono state pubblicate le motivazioni dell'assoluzione del Governatore della Regione Emilia Romagna, Vasco Errani, nell'indagine Terremerse, nella quale rimane impicato il fratello, Giovanni Errani.

Secondo quanto si legge dalle motivazioni della sentenza, per il Tribunale sarebbe stato giusto «indagare sul legame col fratello Giovanni, ma alla fine non sono usciti elementi a favore dell'accusa». In pratica il solo spunto d'indagine sarebbe stata la parentela fra i due, ma non sarebbero poi sopraggiunti elementi a favore dell'accusa.

La sentenza con cui il giudice Bruno Giangiacomo ha mandato assolto l'8 novembre il governatore Vasco Errani (leggi articolo), trova così confermata la totale estraneità di Errani ai fatti.

Vasco era stato accusato di falso ideologico in atto pubblico: secondo la Procura avrebbe mentito ai PM per aiutare il fratello. Questi è accusato a sua volta di aver ottenuto dei finanziamenti non dovuti dalla Regione Emilia Romagna.

La sua cooperativa agricola Terremerse, con sede nel Ravennate, avrebbe ricevuto nel 2006 un milione di euro per costruire una cantina vitivinicola a Imola: secondo le accuse, quei soldi non avrebbero dovuto essere erogati perché la cantina non fu completata entro il termine del 31 maggio 2006.

Per gli inquirenti i dirigenti della cooperativa, fra i quali Giovanni Errani, avrebbero alterato le carte riuscendo a far risultare finita e operativa la cantina anche se non lo era: l'accusa in essere resta quella di truffa. L'udienza preliminare è fissata oer il primo febbraio.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.